15/01/2020 06:00:00

Paceco, Giuseppe Scarcella: "Nei prossimi mesi realizzeremo delle opere importanti"

Giuseppe Scarcella, sindaco di Paceco. State avviando lavori per oltre tre milioni di euro, lavori importanti e non di poco conto.

La somma riguarda una serie di interventi che andranno ad essere sviluppati nei prossimi mesi perché non tutti avranno gli stessi tempi di esecuzione. Sono tutte opere, che sono state oggetto di gara d’appalto programmata per alcuni e appaltata per altri già nel corso del 2019 alla fine dell’anno. Devo dire che l’ufficio tecnico ha lavorato alacremente nonostante si trovi in una situazione difficile con poco personale e con il capo settore che è passato in un altro Comune perché vincitore di concorso - si è trasferito a Mazara del Vallo - ma l’ufficio è riuscito a portare avanti il lavoro che la Giunta aveva programmato

Sindaco Scarcella, tra l’altro per un piccolo Comune, tre milioni di euro è una cifra davvero importante, perché è davvero difficile amministrare quando non ci sono risorse come Palermo, Marsala o Trapani.

Devo dire che tra l’ammontare di queste risorse ci sono le 800mila euro per la Chiesa del Rosario e ad onor del vero si tratta di un iter avviato negli anni scorsi e ancorché disposto dall’assessorato non è stato erogato perché lo scorso anno quando mi sono insediato ho trovato questo progetto bloccato e ho dovuto lavorare non poco con gli uffici per potere consentire l’erogazione che c’è stata lo scorso mese di giugno. La gara d’appalto è in corso e contiamo di iniziare i lavori nei primi giorni del mese di febbraio a seguito del superamento di una serie di problemi e questo è un finanziamento che viene dall’assessorato regionale. E’ destinato, per la verità, alla parrocchia di Paceco ma noi come Comune e stazione appaltate siamo chiamati ad espletare la gare e a vigilare sui lavori. Altro intervento importante è la messa in sicurezza del Timpone Mosca, si tratta di una vecchia discarica del Comune di Trapani, risalente agli anni ’70-’80 il cui territorio venne trasferito al Comune di Paceco con una legge regionale del 1969 che ridefinì i confini tra Paceco e Trapani. Oggi è necessario che venga messa in sicurezza e per questo la vecchia amministrazione aveva stanziato un finanziamento di 400mila euro e io ho dovuto predisporre la differenza con la contrazione di un mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti e ora siamo sul punto di aggiudicare la gara.

Sindaco Giuseppe Scarcella, l’opposizione dice ma perché il sindaco non ci ha ringraziato?

No, devo dire che l’opposizione è stata molto responsabile, che ha anche votato il bilancio e ha avuto un ruolo importante sia nella redazione che nell’approvazione del bilancio, perché io ho cercato un momento di concertazione che ho trovato e che si è tramutato in una serie di atti che sono contenuti nel bilancio. Io ho ringraziato gli uffici perché sono il terminale degli atti necessari per l’approvazione del bilancio, ma all’opposizione ho dato in questi mesi i riconoscimenti e non nascondo il ruolo propositivo e positivo che ha avuto l’opposizione nell’approvazione del bilancio.