13/02/2020 09:40:00

"Non è lui il ladro". Per i furti in abitazione assolto un marsalese

 Si è concluso con una assoluzione per “non aver commesso il fatto” dinanzi al Tribunale monocratico di Marsala il processo a carico di Giuseppe Rallo,
pregiudicato marsalese di 44 anni.


Rallo, difeso dall'Avv. Nicola Gaudino, era accusato di “furto aggravato” per aver rubato un'automobile con all'interno numerosi beni nel centro di Marsala e di “furto in abitazione” per essersi introdotto con la forza in un appartamento dal quale avrebbe asportato un televisore e alcuni capi di abbigliamento, reati per i quali il Pubblico Ministero aveva chiesto la condanna a 2 anni 8 mesi e 20 giorni di reclusione.


A sostenere la tesi accusatoria vi erano molteplici video provenienti da alcune telecamere di videosorveglianza poste in prossimità dei luoghi. I filmati registrati ritraevano un uomo con un cappellino colorato compiere i fatti delittuosi, tuttavia da nessuno di questi era possibile identificare con certezza l'imputato.
Nonostante il sequestro al Rallo di vari indumenti apparentemente similari a quelli indossati dal soggetto ripreso dalle videocamere la difesa ha fortemente sostenuto la tesi dell'insufficienza delle prove raccolte nel corso delle indagini affermando altresì la necessità di elementi probatori più forti al fine di superare ogni “ragionevole dubbio”.



https://www.tp24.it/immagini_banner/1600803520-audi-set.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1600269968-amministrative-2020-consigliere.jpg
https://www.tp24.it/immagini_banner/1600176438-settembre-2020.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1600701005-amministrative-2020-consigliere.jpg