17/02/2020 17:51:00

Scrigno. A processo Ruggirello. Rinvio a giudizio anche per i Manuguerra e Mannina

 E' stato rinviato a giudizio l'ex deputato regionale Paolo Ruggirello, accusato di associazione mafiosa.

Ha pianto durante l'arringa dei suoi legali, ma assieme a lui il gup di Palermo, Filippo Serio ha rinviato a giudizio altre otto persone coinvolte nel blitz Scrigno, eseguito il 5 marzo dello scorso anno su richiesta della Dda di Palermo. Si tratta di Nino Buzzitta, decano della famiglia trapanese, Vito D'Angelo, presunto boss della cellula di Favignana, Giuseppa Grignani, Vito Gucciardi, Vito Mannina, ex consigliere comunale di Trapani, Luigi e Alessandro Manuguerra, padre e figlio, e Michele Pollara. 

Il processo inizierà il prossimo 8 aprile dinanzi al Tribunale di Trapani. Contestualmente invece è stata stralciata la posizione di Ciccio Todaro, fedelissimo di Ruggirello, accusato di favoreggiamento che verrà processato con il rito abbreviato. Durante l'arringa difensiva i legali del politico hanno chiesto che venisse disposta una sentenza di non luogo a procedere oltre che la revoca della misura cautelare in carcere, da proseguire ai domiciliari.         

Richiesta per la quale la Dda (pm Gianluca De Leo oggi in aula) si è riservato di esprimere un parere. Durante le indagini gli inquirenti hanno ricostruito la figura di Ruggirello in relazione alle famiglie mafiose trapanesi, soprattutto in occasione delle elezioni regionali del 2017, durante le quali avrebbe promesso 50 mila euro ai capi della famiglia mafiosa di Trapani