05/05/2020 18:07:00

Cassa integrazione, Sicilia: siamo alla farsa. I regionali vogliono gli straordinari 

 Siamo alla farsa. La Regione Siciliana va lentissima nell'analisi delle domande della cassa integrazione in deroga. Migliaia di lavoratori sono senza soldi, per colpa della burocrazia regionale. Stamattina abbiamo detto che però per i sindacati va tutto bene, e se problemi ci sono, secondo loro, è colpa del sistema di gestione. 

Ma c'è di più. Perché la task force che è, si fa per dire, al lavoro, è stata incrementata di 100 unità. Che però vogliono essere premiate: 10 euro per ogni pratica. 

Una richiesta vergognosa, tanto più se fatta sulla pelle di imprese allo stremo. E secondo fonti della Regione è per questo che le pratiche vanno a rilento, insomma, c'è una sorta di braccio di ferro.

Il dirigente generale del Dipartimento Lavoro, Vindigni, accusa gli impiegati. I sindacati replicano che è lui a non avere un piano.

Al tavolo – accusa il capodipartimento Giovanni Vindigni – i sindacati mi hanno chiesto di riconoscere ai dipendenti un bonus di 10 euro per ogni pratica analizzata”. Ad attendere ci sono circa 130mila siciliani: alle 20 di domenica, infatti, all'Inps risultavano 9.666 lavoratori con la pratica analizzata a fronte di 139mila da soddisfare.