28/05/2020 09:32:00

Appalti ad Erice, archiviazione anche per l'ex assessore Catalano 

 Non c'è solo il dirigente del Comune di Erice, Pietro Pedone, tra coloro la cui posizione è stata archiviata per le indagini sugli appalti ad Erice.

Il giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Trapani Caterina Brignone, accogliendo la richiesta avanzata dal pubblico ministero Franco Belvisi, ha disposto l'archiviazione del procedimento penale anche a  carico di Catalano Angelo Salvatore, già Assessore e vicensindaco del Comune di Erice.

Catalano era proprio indagato in concorso con il dirigente Pedone e due imprenditori i nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Trapani su alcune gare d'appalto relative agli anni 2016 e 2017 e 2018 per affidamento di lavori in favore di alcune imprese locali per la manutenzione dell'illuminazione comunale.

I reati contestati erano turbativa d'asta, abuso d'ufficio, peculato e irregolarità nelle procedure di assegnazione delle gare.

A settembre 2019 Catalano, nel filone principale dell'inchiesta, ha patteggiato davanti il gup del Tribunale di Trapani la pena di un anno e 11 mesi di reclusione per corruzione ed abuso d'ufficio (a febbraio era stato anche arrestato).  Un patteggiamento definito da Catalano frutto della frustrazione vissuta durante la lunga custodia cautelare che l'ex vice sindaco ha impugnato innanzi la Corte di Cassazione.  Per pm e giudice Catalano ha pilotato l'aggiudicazione di alcuni appalti, assegnando a imprese «amiche» l'esecuzione di alcuni lavori, usando la cosiddetta somma urgenza.

Sulla medesima vicenda occorre ricordare che tuttora pende davanti il tribunale di Trapani il procedimento a carico dei coniugi Grammatico e Miceli, perchè ritenuti responsabili in concorso con l'ex assessore Catalano, per la famosa vicenda dello scivolo del bar (in cambio del voto favorevole al piano rifiuti). 

Ad accusare l’ex vicesindaco ed ex assessore fu l’architetto Pietro Pedone, all'epoca dirigente del settore lavori Pubblici di Erice. 

La richiesta di archiviazione del pm Belvisi è del 29 aprile 2019 mentre il gip Brignone ha disposto il 14 febbraio scorso. Le date sono importanti, perchè nel mezzo c'è stato il patteggiamento, poi rinnegato, di Catalano ...