14/04/2021 06:00:00

L'emergenza Covid e la Sanità senza assessorato in Sicilia ... 

 La pandemia da Covid-19 dopo un anno tiene ancora stretto in una morsa l’intero Paese, c’è però in Sicilia una situazione davvero grottesca. La delicatezza e la drammaticità del momento, che impone serietà e fermezza nelle decisioni, vorrebbe alla guida dell’assessorato alla Salute qualcuno che sappia come gestire la situazione emergenziale.

Dopo l’indagine che ha travolto Ruggero Razza ed in seguito alle sue dimissioni le deleghe esercitate sono state trattenute dal presidente della Regione, Nello Musumeci.

Il grido di allarme viene dal mondo della sanità, e già che si siano pronunciati è qualcosa. I medici sono soliti non parlare per non inimicarsi il politico di turno, a molti di loro devono la propria carriera, primariati compresi. Da sempre la sanità in Sicilia è politicizzata, parlarne è quasi una eresia ma la realtà è questa.

Oggi l’assessorato alla Salute è senza guida, il mondo dei medici e degli infermieri chiede che venga nominato un nuovo assessore per ridare ordine e soprattutto per avere un interlocutore diretto.

Anche il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, è dello stesso avviso e ha chiesto al Ministro Roberto Speranza la nomina di un commissario per la Sanità siciliana.

Secondo il presidente dell’Anci si naviga a vista: “Mi è arrivata ieri una nota dell'Asp, l'Azienda sanitaria, mi chiede se io sia a conoscenza di morti nei comuni per Covid e di comunicarlo, e in particolare dovrei specificare le persone che sono decedute in casa".

Per Renato Costa, commissario per l’emergenza Covid a Palermo, si ha il controllo di tutta la situazione, dagli infetti ai deceduti.

A chiedere un nuovo assessore sono anche i deputati regionali del Movimento Cinque Stelle: “I preoccupanti dati sull’emergenza Covid e la freschissima zona rossa istituita a Palermo dicono senza mezzi termini che siamo nel bel mezzo della tempesta. Non possiamo permetterci, in circostanze drammatiche come questa, di avere un assessore, il presidente della Regione, a mezzo servizio, che deve occuparsi, spesso male, di mille altre cose”.

Il governatore Musumeci quando ha trattenuto la delega ha anche specificato che è a tempo indeterminato, tuttavia proprio la drammaticità del momento dovrebbe imporre celerità e la presenza di un assessore che possa dedicarsi al contrasto della pandemia.

Dal Civico di Palermo, così come da altri ospedali, il rischio di un collasso è vicino. Cresce il numero dei ricoverati e bisogna avere un interlocutore regionale che sappia prendere delle decisioni.
C’è bisogno di visione unitaria, c’è bisogno di un patto per la salute che va siglato tra cittadini e istituzioni.

Le emergenze vanno fronteggiate senza indietreggiare né annaspare.



La politica | 2021-06-14 17:33:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

"Covid, in Sicilia troppi irresponsabili" 

 "In Sicilia c'è una forma di irresponsabilità e non prudenza, ma è isolata, per questo io intervengo subito con la zona rossa per isolare l’eventuale focolaio. Nelle località turistiche il contagio si...

Native | 2021-06-19 08:30:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Ritorna il MONNA SUNDAY al Lido Monnalisa di Tre Fontane

Finalmente è arrivata la stagione più attesa da tutti, dopo un altro anno carico di incertezze ma adesso è giunto il momento di godere del nostro meraviglioso territorio, del suo clima, del sole e del mare. E al Monnalisa Beach,...

La politica | 2021-03-30 12:22:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Dati falsi sul Covid, Razza si dimette

 “Ho chiesto al presidente Musumeci di accettare le mie dimissioni“. Così l’assessore regionale alla Salute in Sicilia, Ruggero Razza, indagato dalla Procura di Trapani nell’inchiesta sulla presunta trasmissione...