Quantcast
×
 
 
03/01/2023 06:00:00

Tutti i fondi del Pnrr per la sanità in provincia di Trapani

Non c’è tempo da perdere per utilizzare le risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Miliardi di euro del Pnrr destinati a opere fondamentali per la ripresa del Paese. Fondi, copiosi, che arrivano anche per la sanità della provincia di Trapani.

La maggior parte di questi soldi servono per realizzare nuove strutture e rimodellare la struttura sanitaria del territorio. Venti progetti per un totale di 31 milioni e mezzo di euro, di cui quasi 27 milioni di euro con i fondi del Pnrr.
Ci sono termini nuovi come “Case della Comunità”, che dovrebbero essere in grado di offrire assistenza sanitaria di prossimità ai residenti, assicurando il servizio principalmente alla popolazione più anziana, riducendo così il numero delle ospedalizzazioni anche non urgenti. “Ospedale di Comunità", è una struttura sanitaria di ricovero della rete di assistenza territoriale e svolge una funzione intermedia tra il domicilio e il ricovero ospedaliero.
“Centri Operativi Territoriali”, cioè strutture che svolgono una funzione di coordinamento della presa in carico della persona e raccordo tra servizi e professionisti al fine di assicurare continuità, accessibilità ed integrazione dell’assistenza sanitaria e sociosanitaria . Strutture esistenti rimesse a nuovo o realizzate da zero che dovrebbero rimodernare la sanità siciliana e trapanese. Per il commissario straordinario dell’Asp di Trapani, Vincenzo Spera, passa da questi fondi, dal loro corretto utilizzo, lo sviluppo della sanità trapanese. Una sanità martoriata da tre anni di pandemia.

Un lungo elenco di opere alle quali si aggiunge anche l’adeguamento sismico dell’ospedale S. Antonio Abate di Trapani: 8.761.230 euro tra PNC e Fondo opere indifferibili. Così si arriva a 40 milioni di euro di fondi che arrivano per l’Asp di Trapani.
Sono tutte opere che devono essere realizzate entro giugno 2026, altrimenti addio fondi, l’Unione Europea chiederà indietro i soldi.


In questa infografica è possibile scorrere i fondi previsti per ogni distretto sanitario.

 

 

 

 

 


Il distretto sanitario che racimola più finanziamenti è quello di Trapani. Sono previsti sei interventi, così suddivisi. Presidio polifunzionale di Trapani, con la realizzazione di un Ospedale di Comunità (OdC) a Trapani dal finanziamento complessivo di 3,4 milioni di euro, di cui 2,6 con Pnrr la restante parte a valere sul Fondo Opere Indifferibili; una Casa della Comunità (CdC) Trapani Sud 2,5 milioni di cui 2,2 milioni con PNRR, il Centro Operativo Territoriale (COT) 208 mila euro di cui 173 mila con PNRR. La Casa della Comunità di Erice è finanziata con 957 mila euro, di cui 846 mila con PNRR. CdC Trapani Centro con 2,6 milioni di euro di cui 2,3 milioni con PNRR; CdC di Custonaci 2,1 milioni di euro, di cui 1,8 PNRR.

Nel distretto sanitario di Marsala sono previsti quattro interventi. Odc Marsala 2,9 milioni di cui 2,6 con Pnrr; CdC Marsala Nord 2,5 milioni di cui 2,2 PNRR; COT Marsala 208 milioni di cui 173 mila Pnrr; Cdc Marsala centro 866 mila euro, di cui 626 con PNRR.

Distretto Sanitario Mazara del Vallo - COT Mazara del Vallo 195 mila euro di cui 173 mila Pnrr; CdC Mazara 1,083 milioni di cui 898 mila euro con Pnrr; OdC Salemi 1,6 milioni di cui 1,4 con Pnrr; CdC Salemi 491 mila euro di cui 346 Pnrr.

Alcamo - COT Alcamo, 208 mila euro di cui 173 Pnrr, CdC Alcamo 2,5 milioni di cui 2,2 con Pnrr; CdC Castellammare del Golfo 2,6 milioni di cui 2,3 milioni con Pnrr.

Castelvetrano - 866 mila euro per la Casa della Comunità, di cui 626 con Pnrr; e 2,062 milioni di euro per la Casa della Comunità di Partanna di cui 1,8 con Pnrr.
Pantelleria - Un intervento per la Casa della Comunità per 1,4 milioni, di cui 1,1 con Pnrr.

Infine, dicevamo, l’intervento di adeguamento sismico dell’ospedale di Trapani.

Il pericolo è che la criminalità organizzata e i soliti affaristi mettano le mani su questa vagonata di soldi pubblici. “Stiamo sottoscrivendo il protocollo legalità, a garanzia che i lavori verranno condotti con modalità che evitino che anche un centesimo vada al malaffare. L'assessore regionale ha chiesto di avere copia del protocollo perchè sia da modello per tutta la regione” ha detto il commissario dell’Asp di Trapani, Spera, qualche giorno fa in conferenza stampa.

 



Native | 2024-06-20 09:00:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Scoprite l’eccellenza del Ristorante Dal Cozzaro

Situato nel pittoresco borgo marinaro di San Vito Lo Capo, il Ristorante Dal Cozzaro è una tappa obbligata per gli amanti della cucina mediterranea. Con una passione profonda per la tradizione siciliana, il Ristorante Dal Cozzaro offre...