Quantcast
×
 
 
19/05/2024 08:00:00

Trapani, all'Istituto "Ciaccio Montalto" al via la "Settimana della Legalità"

Dal 20 al 27 Maggio l’I.C “G.G. Ciaccio Montalto” di Trapani sarà impegnato con le attività e gli eventi riguardanti l’ormai consueto appuntamento con la settimana della legalità; una occasione importante per sensibilizzare gli studenti sui temi riguardanti l’educazione civica e il rispetto delle leggi e delle regole nella società.

Le manifestazioni per la settimana della legalità avranno inizio il giorno 20 Maggio presso il Teatro Ariston di Trapani, dove, a partire dalle ore 9.00 avverrà la proclamazione dei vincitori del Concorso “Io scelgo la non violenza”, un progetto che ha visto otto clubs del territorio coordinati dal Kiwanis club di trapani riuniti in un “Patto dell’ Amicizia”. L’ I.C “G.G. Ciaccio Montalto” sarà premiato come primo classificato tra le scuole secondarie di primo grado per l’inno musicale “Scelgo la non violenza” composto dal docente Gianfranco Favara insieme ad alcuni alunni della scuola secondaria. L’inno, inoltre, verrà cantato da tutti gli alunni
partecipanti alla proclamazione (circa 700) a conclusione della mattinata.

Martedì 21 e mercoledì 22 Maggio poi, gli alunni saranno impegnati con delle attività didattiche in classe sul tema della legalità con particolare attenzione sul valore dell’onestà e sui falsi miti nei social network, mentre Giovedì 23 sarà la volta della manifestazione “Mi chiamo Gian Giacomo. Accusa di onestà”, a cui prenderanno parte le classi prime e seconde della scuola secondaria. L’evento in ricordo del magistrato ucciso a Valderice a soli 41 anni per aver indagato sui legami fra la mafia e la sfera bancaria e imprenditoriale trapanese, si terrà a partire dalle ore 10:00 presso l’aula magna della sede centrale dell’Istituto, sita in via Tunisi, e si configurerà come uno spettacolo-processo all’ uomo onesto. Tutte le parti in causa (giudice, accusa e difesa) saranno interpretate dai membri dell’associazione forense ALA, avvocati e società civile autorevolezza e legalità, mentre alcuni alunni faranno parte della giuria popolare. Una occasione creativa per portare i ragazzi alla riflessione sull’etica, sulla percezione legata all’onestà e sulla moralità.

Lo spettacolo vedrà la partecipazione delle associazioni Ciao Mauro e Rita Atria. Saranno presenti anche la figlia del magistrato Ciaccio Montalto, Marene, il Prefetto di Trapani, Dott.ssa Daniela Lupo, il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Trapani, l’Avv. Salvatore Longo, il Dott. Giancarlo Caruso, Presidente ANM di Trapani, il Comandante dei Carabinieri di Trapani, Ten. Camilla Bernacchini, il sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, l’assessore Emanuele Barbara, il parroco Don Roberto D’Aleo e lo scrittore
Salvatore Mugno.

Per concludere le iniziative legate alla settimana della legalità, lunedì 27 Maggio alle ore 11.00 nell’ambito del progetto nazionale Un albero per il futuro, promosso dal Ministero della Transizione Ecologica e dal Raggruppamento Carabinieri Biodiversità, avverrà la piantumazione all’interno dell’ Istituto di un albero simbolo dell’impegno verso lo Stato e la lotta alle mafie: l’Albero del giudice Falcone, una pianta ottenuta dalle gemme del Ficus macrophillacolumnarismagnoleides che cresce nei pressi dell’abitazione del giudice assassinato dalla mafia nel 1992. L’ evento, che vedrà la partecipazione del Corpo Forestale dei Carabinieri, nsarà volto non solo a mantenere viva la memoria di Giovanni Falcone, ma anche a sensibilizzare i ragazzi nei riguardi della salvaguardia ambientale con l'obiettivo di creare un "Grande bosco diffuso" e di trasmettere valori di legalità e rispetto ambientale. 



Scuola | 2024-06-13 06:00:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

"Alla Mazzini di Erice va tutto bene"

 Scrivono alla redazione di Tp24 alcuni genitori di alunni che frequentano la scuola "Mazzini" di Erice, in risposta a quanto scritto nei giorni scorsi da Tp24: la nostra redazione ha infatti raccolto le lamentele di utenti della...