Quantcast
×
 
 
24/05/2024 06:00:00

A Trapani manca l’acqua, e già si sa che non è per l’ultima volta

Senza acqua in casa, oggi e anche fra una settimana: Trapani è alle prese con l’ennesimo problema nell’erogazione idrica e già si sa che questo stop non sarà l’ultimo, anche se questa volta è per ripristinare la normalità.

Hanno preso avvio i lavori alla condotta all’altezza di Milo, quella rimasta danneggiata a gennaio dagli operai dell’Enel e per riparare l’ultimo guasto, quello che faceva disperdere 4,5 litri al secondo, si rende necessario un lavoro in due momenti differenti nel tempo, ma accomunati dalla necessità di fermare l’erogazione da Bresciana.

Per il momento gli operai stanno abbattendo una parete in cemento armato per arrivare a individuare la perdita, proprio quella da 4,5 litri al secondo, mentre poi, dopo aver ordinato il pezzo, l’erogazione riprenderà per essere sospesa la prossima settimana quando proprio quel pezzo arriverà in città e potrà essere montato, ripristinando la normalità nell’approvvigionamento verso il serbatoio di San Giovannello.

La spiegazione del sindaco
“Stiamo cercando di evitare che si rimanga 6 giorni senza acqua. Sono stati completati i lavori delle ultime riparazioni su Bresciana e dovremmo avere il massimo in termini di pressione di acqua – sono state le parole del sindaco di Trapani Giacomo Tranchida nel corso dell’ultimo consiglio comunale -. Per intervenire la ditta ha spiegato che deve fare abbattere una parete in cemento armato, perché vicino a dove c’è la falla passa la linea elettrica da 20 mila volt. C’è un pericolo per la sicurezza pubblica, considerato che è tutto allagato. Gli operai della ditta impiegheranno da uno a due giorni per scoprire il punto del guasto. Per abbattere la parete devono interrompere il servizio idrico e, individuato il guasto, ordineranno i pezzi necessari alla ditta subappaltatrice. Nel frattempo, verrà riattivata la distribuzione nelle more che sia pronto il rattoppo. E si sospenderà nuovamente l’erogazione per altre 48 ore per consentire l’ultimo intervento, così, e, nel giro di 10 giorni da quando vengono avviati, dovremmo anche avere la riapertura del tratto di strada”.

L’invito a non sprecare l’acqua
Il Comune, vista l’ennesima emergenza idrica in corso, ribadisce l’invito ai cittadini a non sciupare l’acqua ed a frenare i consumi, sia durante i giorni dedicati all’intervento sulla perdita, che per quelli a venire e di attenersi all’ordinanza emanata dal sindaco sulle buone pratiche finalizzate al risparmio idrico potabile ed alla riduzione dei consumi. Soltanto pochi giorni addietro, infatti, Tranchida ha emanato un divieto di usare acqua potabile per lavare le auto o innaffiare le piante, se non nelle ore serali. Un provvedimento che riguarda gli utenti del servizio idrico integrato e non le attività imprenditoriali che necessitano l'utilizzo di acqua, come per esempio gli autolavaggi.



Native | 2024-06-20 09:00:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Scoprite l’eccellenza del Ristorante Dal Cozzaro

Situato nel pittoresco borgo marinaro di San Vito Lo Capo, il Ristorante Dal Cozzaro è una tappa obbligata per gli amanti della cucina mediterranea. Con una passione profonda per la tradizione siciliana, il Ristorante Dal Cozzaro offre...