29/11/2011 10:12:12

Approvate le variazioni di bilancio anche in Consiglio provinciale

Il provvedimento inoltre, su proposta del Presidente del Consiglio, Peppe Poma, è stato dichiarato immediatamente esecutivo, sempre con 18 voti a favore ma con 4 astenuti. La maggioranza che sostiene l’Amministrazione-Turano si è dunque dimostrata sostanzialmente compatta, mentre la minoranza di centro-sinistra ha tenuto un atteggiamento di responsabile opposizione in considerazione pure della complessità del momento e di una variazione certamente minima, rispetto ai numeri del passato anche recente, a causa della forte riduzione dei trasferimenti erariali (-3,5 milioni di euro) e regionali (-800 mila) – come ha sottolineato l’Assessore alle Finanze, Calogero Minore, nella sua relazione illustrativa – nonché della necessità di far fronte alle sempre maggiori ristrettezze previste soprattutto al fine di raggiungere gli obiettivi del patto di stabilità interno. L’unico momento di forte frizione si è registrato quando, poco prima di passare alla votazione finale del provvedimento, i gruppi di maggioranza hanno provato a presentare e far mettere ai voti un emendamento, definito tecnico dal Presidente Mimmo Turano ma senza specificarne i contenuti, dopo però che la trattazione degli emendamenti presentati entro il previsto termine temporale si era esaurita. Questo tentativo, nonostante una sospensione di 10 minuti chiesta e ottenuta dal Presidente della Provincia, ha provocato la decisa reazione dei Consiglieri di minoranza (Daidone, Passalacqua, Alagna) che hanno preannunciato eventuale ricorso formale, considerando impossibile riaprire i termini per la presentazione degli emendamenti alla deliberazione. Questi ultimi, complessivamente 18, presentati quasi tutti dalla minoranza, la metà dal Consigliere Passalacqua (SEL), e poi da Giovanni Palermo, Alagna, Cucchiara, Daidone (PD), sono stati per la gran parte respinti a maggioranza, gli altri ritirati o trasformati in atti di indirizzo. L’unico emendamento approvato (21 voti a favore e 4 contrari) è stato il n. 9), presentato da Ignazio Passalacqua e sottoscritto anche da Edoardo Alagna, che destina la somma di 30 mila euro alla realizzazione di uno studio/indagine scientifica che accerti l’incidenza delle onde elettromagnetiche sulla salute delle persone in considerazione dello stato di disagio e della preoccupazione manifestati a questo proposito dai cittadini del territorio della nostra provincia.

Per quanto riguarda i numeri, l’assestamento di bilancio per l’esercizio 2011 è complessivamente caratterizzato da una manovra di –773.141,39 euro sui fondi propri (di cui –625.080,00 euro di avanzo di amministrazione disimpegnato) e da complessivi 1.310.420,14 euro per l’inserimento di nuovi stanziamenti, in entrata e in uscita, per somme provenienti da bandi, progetti e/o finanziamenti vari, non iscritti nel bilancio di previsione iniziale perché pervenuti successivamente alla sua presentazione e che, nel dettaglio, ammontano a 720.469,47 euro per la parte corrente ed a 589.469,67 euro per la parte in conto capitale.


Al fine di dare impulso al settore edilizio che versa in profonda crisi, la variazione al bilancio di previsione approvata ieri sera prevede l’applicazione nell’annualità 2012 del bilancio pluriennale 2011/2013 di parte dell’avanzo di amministrazione per complessivi 1 milione di euro, di cui 700 mila da destinare alla manutenzione straordinaria delle strade provinciali e gli altri 300 mila euro alla manutenzione straordinaria degli istituti scolastici di pertinenza provinciale.

Subito dopo l’approvazione della variazione di bilancio, il Presidente della Provincia, On. Mimmo Turano, ha ringraziato tutti i Consiglieri ed ha esortato l’Aula a dar vita, entro il prossimo mese di dicembre, ad un altro importante adempimento: l’adozione del progetto di massima aggiornato del Piano Territoriale Provinciale, strumento di pianificazione che delinea gli obiettivi e gli elementi fondamentali dell’assetto del territorio provinciale in coerenza con gli indirizzi per lo sviluppo socio-economico.

Anche il Presidente del Consiglio Provinciale, Peppe Poma, ha voluto a sua volta ringraziare tutti i gruppi consiliari per il positivo apporto dato, auspicando che in una delle prossime sedute si possa procedere all’approvazione dell’aumento del capitale sociale della Mega Service s.p.a. (81 mila e 302 euro) deliberato dall’assemblea straordinaria dei soci del 19 luglio scorso. Infatti, la mancata adozione del provvedimento entro il prossimo 15 dicembre si tradurrebbe inevitabilmente nella vanificazione del delibero aumento e, a quel punto, il capitale sociale della Mega Service risulterebbe sotto la soglia minima legale con tutte le conseguenze previste per questi casi dal Codice Civile.

Si ricorda infine che la Conferenza dei Capigruppo ha stabilito le date di convocazione del Consiglio Provinciale per il prossimo mese di dicembre. Si tratta dei giorni 01, 07, 12, 14, 19 e 22 dicembre. Tutte le sedute avranno inizio alle ore 16,30 ad eccezione di quella del giorno 22 che si terrà di mattina, alle ore 10,30.