11/01/2012 09:00:52

Turano: "La Provincia ha rispettato il patto di stabilità"

“L’esercizio finanziario 2011 - dichiara il presidente Turano-, per una molteplicità di enti locali ha prospettato momenti di criticità finanziari davvero preoccupanti. Il ridimensionamento dei trasferimenti erariali statali e regionali per un verso e il mantenimento degli impegni di sviluppo già assunti, per altro verso, hanno determinato per questa Provincia l’esigenza di introdurre meccanismi di riequilibrio ed operativi particolarmente stringenti nell’ottica di garantire il mantenimento delle condizioni di rispetto del patto di stabilità interno. Quest’ultimo obiettivo è stato pienamente raggiunto anche per l’esercizio finanziario 2011 mantenendo inalterate le basilari condizioni già previste in sede di approntamento del progetto del bilancio di previsione 2011 ed opportunamente definite in fase di assestamento del suddetto bilancio di previsione. E’con soddisfazione che evidenzio, in questa sede, il raggiungimento di tutti gli obiettivi prefissati tra i quali sottolineo in modo particolare: il rispetto degli impegni assunti per garantire la funzionalità delle società partecipate sia con riguardo al finanziamento della maggiorazione di quote capitali sia con riferimento agli affidamenti, in house, dei servizi manutentivi (strade – scuole);la riduzione delle spese di personale attraverso una attenta revisione organizzativa che ha comportato il ridimensionamento degli incarichi dirigenziali;il costante monitoraggio delle spese di funzionamento dell’ente con particolare riguardo alle sostanziali conferme delle economie registratesi nel decorso anno nell’ambito dell’Economato/Provveditorato dell’ente;il rispetto dei criteri di incentivazione delle attività e dei servizi dell’ente ricorrendo alla definizione di rapporti di collaborazione con enti ed associazioni;il ricorso alla convenzione con l’Istituto bancario (IBIS) per garantire alle ditte interessate il pagamento di stati di avanzamento di lavori eseguiti regolarmente finanziati con fondi propri di bilancio, purtroppo parzialmente non “pagabili” per effetto delle stringenti norme sul patto di stabilità. Ringrazio, - conclude il presidente Turano- pertanto, quanti, ai vari livelli, hanno consentito il raggiungimento di un così colossale obiettivo, disatteso purtroppo da tanti enti locali. Tale evenienza positiva, maturata anche grazie al costante monitoraggio di tutti i fatti gestionali, consente sicuramente di affrontare l’esercizio finanziario 2012 con maggiore serenità sia per quanto concerne gli aspetti pianificatori previsionali (bilancio, P.E.G., programmi etc.) sia per quanto riguarda il livello gestionale secondo i criteri basilari già favorevolmente sperimentati nel decorso esercizio”.