24/02/2012 14:55:36

Alleanza per la Provincia esce dalla maggioranza

Si ricorda che, oltre a Sucameli, fanno parte di “Alleanza per la Provincia” anche i Consiglieri Matteo Angileri e Pietro Pellerito.
Proseguendo nel suo intervento, il Consigliere Sucameli, che ha espressop solidarietà al Sen. Antonino Papania per la bomba carta fatta esplodere davanti alla sede della sua segreteria politica ad Alcamo (altrettanto hanno fatto anche i Consiglieri Salvatore Daidone e Francesco Cucchiara del PD, mentre il Presidente Poma gli ha fatto pervenire un telegramma a nome dell’intero Consiglio), ha poi comunicato all’Aula di avere presentato un esposto alla Procura presso la Corte dei Conti di Palermo per chiedere di verificare l’eventuale danno erariale che sarebbe stato conseguenza della distruzione, operata dal maltempo e dalle mareggiate dello scorso autunno, della passerella in legno per disabili realizzata dall’Amministrazione Provinciale lungo la battigia di Alcamo Marina per un tratto di circa due chilometri e non messa al riparo a conclusione della stagione estiva.

Ha invece toccato il tasto dei rapporti fra Amministrazione e Consiglio Provinciale l’intervento del Consigliere Silvano Bonanno. L’esponente dell’MPA – Progetto Sud di Mazara del Vallo si è detto amareggiato e mortificato per l’atteggiamento di taluni Assessori, in particolare Mistretta e Ruggieri, che in presenza di iniziative quali manifestazioni, incontri, conferenze stampa, non ritengono di informare e invitare i Consiglieri delle città interessate dagli eventi. L’Assessore Mistretta, presente in aula, ha comunque replicato affermando che queste dimenticanze non accadranno mai più e che il mancato invito al Consigliere Bonanno ad intervenire ad una conferenza stampa svoltasi nei giorni scorsi a Mazara del Vallo era da imputare al fatto che tale conferenza è stata in dubbio fino all’ultimo momento.
Silvano Bonanno ha inoltre lamentato la mancata partecipazione di almeno un rappresentante del Consiglio Provinciale alla recente Borsa Internazionale del Turismo di Milano, lamentela ribadita anche da Santo Corrente, capogruppo dell’MPA e Presidente della Commissione Turismo di cui ha espresso il rammarico, anche se il Presidente del Consiglio, Peppe Poma, ha precisato che in mancanza di un apposito regolamento e di fronte ad una decina di richieste di autorizzazione pervenute sul suo tavolo, in considerazione pure del periodo di ristrettezze economiche, ha preferito non autorizzare alcuna partecipazione perché non avrebbe potuto giustificare alcuna scelta rispetto ad un’altra.
Per quanto riguarda ancora il Consigliere Bonanno, quest’ultimo ha infine chiesto che l’Amministrazione venga a chiarire in aula talune scelte fatte in materia di incarichi di consulenza esterni, con particolare riferimento a quello conferito alla Dott.ssa Deborah Aureli in qualità di Coordinatrice (Project Manager) nella gestione dei progetti finanziati dalla Comunità Europea su fondi strutturali 2007/2013.

 

Salvatore Daidone (Capogruppo PD) ha a sua volta anticipato l’intenzione di presentare un atto di indirizzo, concernente la concessione di contributi economici, in vista dell’adozione (il termine ultimo è fissato al 31 marzo p.v.) del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2012 ed a seguito della conferma della fase di recessione che sta attraversando il nostro Paese. Per questo motivo – ha sottolineato Daidone – è necessario essere più parsimoniosi e soprattutto stabilire con chiarezza le cose più importanti da finanziare risparmiando in patrocini e favorendo invece le piccole imprese e le produzioni locali.
Il Consigliere Daidone, inoltre, ha criticato la lunga nota scritta (6 cartelle) con cui il Presidente della Provincia, On. Mimmo Turano, ha voluto esprimere chiarimenti e precisazioni circa i rapporti tra il Consiglio, la Presidenza, gli Assessori e i Dirigenti in relazione all’attività consiliare. Credo – ha detto Daidone – riservandosi di rispondere anch’egli per iscritto, che ogni Consigliere sappia bene quello che può o non può fare. Ho l’impressione che il clima dei rapporti invece di rassenerarsi si fa più cupo. Chiederò che si tenga una Conferenza dei Capigruppo ad hoc per dare un’adeguata risposta al Presidente della Provincia.

Un altro esponente del PD, Francesco Cucchiara, è tornato invece a sollecitare il rispetto dei tempi (un mese) entro cui gli Assessori dovrebbero rispondere alle interrogazioni presentate dai vari Consiglieri, sottolineando che ancora nulla si è saputo circa la scomparsa (segnalata diversi mesi or sono dallo stesso Cucchiara e dal Presidente della Commissione Attività Produttive, Giacomo Sucameli) della gru gommata di impilamento per container, di proprietà provinciale, che si trovava nell’area intermodale di Alcamo-diramazione.

Ancora un Consigliere del PD, Marco Campagna, è infine intervenuto a sostegno delle ragioni che lo scorso 22 dicembre hanno indotto il Consiglio Provinciale ad approvare unanimemente l’atto di indirizzo, presentato dal Consigliere Edoardo Alagna (PD) ma sottoscritto anche da tutti gli altri Consiglieri presenti in quella seduta, che impegnava “il Presidente della Provincia ad attivarsi tempestivamente e ad assumere ogni opportuna iniziativa con il Governo nazionale e con il Ministro della Giustizia affinché il Tribunale di Marsala non venisse soppresso”. Chiedo – ha detto Campagna – che, così come il Tribunale di Marsala, non vengano soppresse nemmeno le sedi staccate di Castelvetrano e di Partanna perché sono dei veri e propri presidi di legalità.

La prossima riunione del Consiglio Provinciale di Trapani è fissata per lunedì 27 febbraio (ore 16,30).
 



  • Tp24 Tv
  • RMC101
  • Podcast
  • Inchieste