Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
05/05/2012 15:46:59

Ultima giornata di Serie D: il Marsala è in play out

Tante gare interessanti, ma i campi caldi saranno soprattutto quelli di Noto con lo scontro tra i netini e l'Acireale, e Caltanissetta con i padroni di casa pronti a fare risutlato per assicurarsi la zona play out. Poi l'Adrano per l'orgoglio con il Cosenza; Messina pronto a passeggiare sul Cittanova e Marsala sul difficile campo del Nuvla. Licata in Campania per regalare l'ultima gioia ai propri supporters. Di seguito l'analisi di tutte le gare delle siciliane:

Nuvla San Felice – Marsala: unica formazione sicura di dover affrontare i play out è il Marsala di Carlo Breve. Gli azzurri domani se la vedranno con la formazione campana del Nuvla, per i siciliani un test importante per migliorare i meccanismi in vista del play out, che molto probabilmente vedrà i lilibetani contrapposti all’Acri o all’Acireale o al Sambiase. Sarà assente il bomber Gianluca Palmiteri, squalificato per una gioranta l’attaccante palermitano. Rientrerà invece, dopo tre gare di stop, Giuseppe Trezza.  Il Marsala cercherà dunque di recuperare una posizione in classifica, sperando in una sconfitta dell’Acri con un Hinterreggio però già sazio. Il Nuvla San Felice cercherà di chiudere in bellezza il campionato davanti ai propri tifosi. Appuntamento allo “Sporting Nola” per una gara che servirà solo per le statistiche.

Adrano - Cosenza: si giocherà al “Dell’Etna” di Adrano, una delle sfide più interessanti della giornata, tra due delle formazioni che durante l’anno, hanno regalato il calcio più spettacolare e divertente. Padroni di casa che vorranno salutare nel migliore dei modi i propri tifosi, dopo una stagione splendida che li ha visti per lungo tempo in cima alla classifica e nelle posizioni prossime alla testa del girone. Di fronte chi, come l’Adrano, ha sfiorato il sogno della promozione, ovvero il Cosenza di mister Tommaso Napoli. La formazione calabrese sino alla settimana scorsa era in corsa per l’obiettivo numero uno, la promozione, ma il pareggio con il S.A. Abate ha distrutto i piani dei “lupi”. Tra i cosentini, tanti giocatori di livello, Mosciaro e l’ex Arcidiacono su tutti, giocatore ancora indimenticato alle falde dell’Etna. Per Strano la consapevolezza di aver ritrovato l’Adrano di qualche settimana fa, con Pasca e Catania sugli scudi, giocatori in grado di far male a qualunque difesa. Al “Dell’Etna”, lo spettacolo è assicurato.

Cittanova Interpiana – Messina: sarà una semplice scampagnata, quella che domani affronterà in Calabria il Messina di Alessandro Bertoni. I giallorossi ormai senza più nessun obiettivo da raggiungere (ormai sicuri i play off) andranno a sfidare i ragazzi di mister Pasculli per una sfida di cui già si conosce il nome del vincitore. Infatti Cocuzza e compagni avranno vita facile contro i già retrocessi calabri, squadra quella calabrese, che non mette punti in classifica addirittura dalla 16^ giornata di campionato, quando i bianco verdi pareggiarono in casa col Marsala. Peloritani che giocheranno senza capitan Coppola squalificato, Bertoni potrebbe anche dare spazio a chi ha giocato meno in questo ultimo periodo. Al “Campoli” sarà dunque “amichevole”, con un Messina voglioso di onorare al meglio questa stagione di transizione.

Nissa – Palazzolo: é probabilmente quello del “Marco Tomaselli”, lo scontro più importante di questa ultima giornata di campionato. Da un lato una Nissa che deve assolutamente vincere, dall’altro un Palazzolo alla ricerca degli ultimi punti per migliorare la propria posizione play off. I ragazzi di Anastasi arriveranno freschi alla sfida, dopo la gara saltata settimana scorsa; per i gialloverdi grande voglia di concludere la stagione più in alto possibile mentre per la Nissa, non sarà una gara come le altre, i biancoscudati butteranno sangue pur di vincere questo match. Gli uomini di Marra infatti, per assicurarsi i play out, dovranno fare bottino pieno e  per l’occasione, per giocare in “12 uomini”, la dirigenza ha assicurato a tutti i tifosi la possibilità di entrare allo stadio gratuitamente. Alcuni problemi di formazione per Marra che dovrà fare a meno del duo d’attacco Rabbeni-Sassano, probabile dunque l’inserimento dal primo minuto di Dellera. Siamo sicuri che un “Tomaselli” pieno saprà indirizzare la gara verso la giusta direzione.

Noto – Acireale: altro derby da brividi, sarà quello tra Noto e Acireale. Da una parte la compagine netina è ormai sicura della salvezza, dall’altra gli acesi andranno al “Palatucci” proprio alla ricerca degli ultimi punti necessari per uscire dalla zona play out ed assicurarsi la salvezza diretta. Caos in casa Noto dopo l’addio a Mario Di Nola e ai tesserati Serrapica e Itri. Il Presidente Musso ha così voluto punire chi non si è impegnato al massimo nell’ultimo match, con questa drastica decisione. Noto adesso affidato al prep. atletico Giuseppe Talotta coadiuvato dal tecnico dei portieri Enrico Etna, con in più la supervisione del Ds Corrado Conti. Tra i padroni di casa alcuni rientri fondamentali, tra tutti quelli di Villa e Fontanella. Nell’altra metà campo un’Acireale con il morale alto dopo la vittoria con l’Acri e la consapevolezza che i tre punti potrebbero essere fondamentali per il raggiungimento della salvezza. Per Gardano, che non siederà in panchina a causa della squalifica, l’occasione per chiudere in bellezza la stagione. Al “Palatucci” sarà davvero battaglia, dato anche che tra le due squadre non corre proprio buon sangue. Anhce qui come a Caltanissetta l’entrata allo stadio sarà gratuita, il pienone è realizzabile; che vinca il migliore!

 

Sant'Antonio Abate – Licata: ultima gara senza nulla da chiedere per il Licata di mister Balsamo. I siciliani vorranno sicuramente chiudere al meglio la stagione conquistando 3 punti, ma per i gialloblù saranno tante le difficoltà nella gara con i campani del S.A. Abate. Infatti Peppe Balsamo per l’incontro del “Varone” avrà gli uomini contati, viste le assenze per squalifica di capitan Grillo, Scopelliti e Vella; in più, non saranno della gara neanche Armenio (assente per problemi familiari) e La Marca. Ma non finisce qui, perché anche Cocuzza, Alletto ed Ignazzitto sono in forte dubbio a causa di vari infortuni. Spazio dunque ai giovani, Balsamo dovrà fare di necessità virtù, e schierare una formazione con tanti under in campo. Punti fermi saranno ancora una volta Riccobono e Tiscione; il secondo proverà ad andare in gol per vincere lo scontro a distanza con l’altro capocannoniere del girone Villa, chi avrà la meglio?

Di seguito tutte le gare della 34^ giornata: 

Acri - Hinterreggio
Adrano - Cosenza
Battipagliese - Valle Grecanica
Cittanova Interpiana - Messina
Nissa - Palazzolo
Noto - Acireale
Nuvla San Felice - Marsala
Sambiase - Serre Alburni
Sant'Antonio Abate - Licata