11/07/2012 18:06:21

La Provincia di Trapani mira a realizzare una rete di bike hotel

A tal fine ha partecipato, in partenariato con le provincie di Ragusa, Siracusa, Caltanissetta, Agrigento, il Polo Universitario di Agrigento e l'isola di Malta, al progetto di cooperazione transfrontaliera SIBit finanziato nell'ambito del Programma Operativo Italia Malta 2007/2013.
SIBIT ha l'obiettivo di promuovere il cicloturismo come forma sostenibile del territorio favorendo un'integrazione tra i due sistemi turistici, siciliano e maltese, tramite la creazione di circuiti transfrontalieri. È possibile visualizzare sul sito della Provincia Regionale di Trapani l’avviso pubblico rivolto a tutte le strutture alberghiere ed extra alberghiere del territorio che, aderendo all'iniziativa, potranno essere inseriti nell'elenco delle strutture ricettive attrezzate per ospitare i turisti che amano viaggiare in bicicletta.
Il progetto prevede infatti una serie di azioni tra cui la realizzazione di una rete di "bike hotel" che contribuiranno a potenziare l'offerta turistica della provincia di Trapani soprattutto nell'ottica di destagionalizzare. Alle strutture che si classificheranno tra i primi 10 posti verranno assegnati kit speciali per l'assistenza ai cicloturisti e verrà altresì offerto un percorso seminariale agli aderenti per garantire un adeguato livello di conoscenza del progetto.
«Ho creduto Sin dall'inizio nel progetto Sibit volto a realizzare itinerari ciclotiristici sostenibili – afferma il Presidente della Provincia Regionale, Girolamo Turano – e ritengo sia un passo in avanti per la nostra provincia puntare su questa forma di turismo che registra crescite ogni anno. Nell'ambito del progetto verranno realizzati circa 1000 km di percorsi cicloturistici attraversando 100 comuni siciliani e maltesi e nasceranno 70 bike hotel».
«Già nel gennaio di quest’anno – commenta l’assessore provinciale al Turismo, Cettina Spataro – abbiamo dimostrato come le nostre condizioni climatiche favorevoli consentano agli appassionati di ciclismo di allenarsi su strada ospitando ben tre nazionali di ciclismo. Questo ulteriore progetto consente di rivolgerci agli appassionati della bicicletta puntando sull'esperienza del viaggio legato ai percorsi naturalistici».
«Prossimo passo – conclude l’assessore Spataro – sarà quello di coinvolgere gli albergatori per essere ancora più competitivi a gennaio e febbraio con tariffe ad hoc che consentano di preferire la nostra provincia alle altre mete»