02/05/2013 04:24:26

Giacomo Tranchida: "Ad Erice test antidroga e anti alcool per funzionari e amministratori"

Tempo fa, a seguito di alcune illazioni su amministratori "dopati" come una specie di giustificazione per il fatto che la nostra Giunta "corresse troppo", mi sono sottoposto a dei test, pubblicati anche sul sito del Comune di Erice. Andando oltre a questo episodio, mi sono impegnato in campagna elettorale per far si che i miei collaboratori, gli amministratori, e i politici ericini rendessero noti i dati sensibili. Il doping è una cosa che perdoniamo al nostro sportivo preferito, ed allo stesso modo penso che la stessa "pulizia" andrebbe fatta ai politici. 

E agli amminstratori...

Certo. Un funzionario che non è "sobrio" quando firma un contratto può causare un danno all'ente...

I funzionari del suo Comune hanno protestato, si rischia di invadere la loro privacy.

Abbiamo trovato un punto di mediazione. Sindaco e assessori faranno normalmente i test e li renderanno pubblici. Dirigenti e funzionari produrranno una vertificazione da parte del medico di famiglia, che andrà consegnata al medico del Comune. A sorteggio, poi, dei funzionari verranno sottoposti a dei controlli.

Un controllo postumo.

Si, un controllo postumo rispetto a quanto comunque dichiarato da un medico, che è però il medico curante. Così non si viola la privacy.

E per quanto riguarda la pubblicazione dello stato patrimoniale?

Noi volevamo renderlo pubblico per i dirigenti, i funzionari e i parenti sino al secondo grado. Abbiamo concordato di rendere pubblica solo quello in capo alla persona del funzionario o del dirigente.

Come la legge prevede già per i politici.

Si, ed è un paradosso. Perchè in realtà sono oggi i dirigenti, in un Comune, ad avere un grande potere. Rendere pubblica la loro dichiarazione dei redditi serve a rassicurare tutti, e per primi loro. Sarebbe opportuno però che lo Stato intervenisse per rendere obbligatoria la trasparenza dei redditi dei funzionari, che sono quelli che materialmente gestiscono la pubblica amministrazione. L'organo politico ormai dà solo indirizzi, ma è l'organo amministrativo che gestisce tutto.

Potrebbe diventare una caccia alle streghe.

Non c'è da parte mia nessuna caccia alle streghe, nè del moralismo di maniera.  I cittadini oggi più che mai devono essere sereni circa la fiducia che possono riporre in coloro che li amministrano, che non sono solo i politici eletti ma i tecnici che amministrano.