03/10/2013 12:00:00

Lo Iacp di Trapani chiede lo sgombero delle occupazioni abusive


Prosegue in modo incisivo l’azione di verifica da parte dell’Iacp di Trapani circa l’effettiva conduzione in locazione dei locali di proprietà dell’ente. Questo al fine di garantire precisa legalità e salvaguardare i diritti degli aventi diritti spesso messi a rischio da condotte illegali e abusive. Nonché ad assicurare all’ente le entrate spettanti proprio derivanti dalla giusta locazione di queste proprietà.
Si ricorda che l’Iacp di Trapani è dotato di uno specifico regolamento, visionabile presso la pagina web, che prevede percorsi precisi per arrivare alla stipula dei relativi contratti di locazione dei locali terrani. La loro assegnazione infatti, si ricorda, non sono legate ad alcuna procedura analoga a quella per gli alloggi, la competenza dell’assegnazione dei locali, di qualsiasi natura essi siano, qualsiasi sia la loro destinazione, appartiene all’amministrazione dell’ente, chiunque ne abbia diritto, possedendo requisiti e qualità richieste secondo il regolamento, può avanzare domanda, l’ufficio istruisce l’assegnazione tenendo conto anche dell’ordine di presentazione delle domande. Ogni occupazione abusiva dunque indubbiamente danneggia chi ha scelto di concorrere all’ottenimento di un locale rispetto norme e regolamento, e perciò rappresenta una grave violazione di un diritto e schiaccia, calpestandolo, il dovere a rispettare leggi, norme e regolamento e anche il cittadino che ha scelto di sottostare alla norma che garantisce parità di trattamento.
Sappiamo bene che l’assegnazione di un locale, e in particolare di quelli ad uso commerciale, oggi, in questo grave momento di crisi, rappresentano la circostanza di offrire al cittadino avente diritto una importante occasione di lavoro. Sappiamo bene poi come il lavoro autonomo, quello del commerciante, è un’attività da proteggere, si tratta di soggetti che vogliono impegnarsi nel campo del lavoro con propri capitali, sapendo di correre precisi rischi. In questo senso l’Iacp da tempo conduce un lavoro attento perché le occasioni dimettere a disposizione di questi soggetti locali commerciali anche a canoni sociali per abbassare i costi di investimento, non vengano messe in pericolo, lo ripetiamo, da ancor più dannose occupazioni abusive.
Nelle scorse settimane già alcuni sgomberi sono stati compiuti. L’ultimo nella giornata di ieri, 1 ottobre. Funzionari dell’Iacp di Trapani, assieme a carabinieri e vigili urbani, hanno reso libero da una occupazione abusiva un locale sito in Trapani viale Marche lotto 8. Già da oggi l’Iacp ha avviato le procedure per una celere regolare assegnazione del locale all’avente diritto.
Si coglie l’occasione per sottolineare l’importante sinergia che si è determinata tra Iacp, forze dell’ordine, carabinieri e con il Comune di Trapani per il tramite dei Vigili Urbani. Identica attività proseguirà nei prossimi giorni e non solo nel Comune capoluogo.


Prosegue il cammino dell’Iacp di Trapani verso un ammodernamento delle proprie strutture burocratiche anche al fine di avvicinarsi quanto più possibile alla propria utenza, iniziative che comunque derivano dalle norme sullo snellimento delle procedure burocratiche e sulla trasparenza. L’Iacp di Trapani ha deciso di realizzare un nuovo sito internet ed ha diffuso un avviso pubblico al fine di conferire il relativo incarico. Il relativo avviso è visionabile presso il sito oggi ancora operativo le domande vanno presentate entro le ore 12 del prossimo 11 ottobre 2013.

 

Si rammenta agli assegnatari e agli occupanti a qualsiasi titolo di alloggi popolari, questi ultimi purchè in possesso dei requisiti per l’assegnazione, che sono tutt’ora aperte le procedure per l’acquisto dell’alloggio popolare occupato secondo quanto previsto dalla legge Finanziaria.

La Regione ha infatti avviato le procedure per la vendita del patrimonio di edilizia popolare presente in Sicilia. Non si seguiranno i piani di vendita a suo tempo formati e che escludevano alcuni alloggi dalla cessione in proprietà agli aventi diritto. Oggi l’intero patrimonio di case popolari può essere venduto. Inoltre, i riscatti degli alloggi possono essere definiti con pagamento rateale del prezzo di vendita. Gli assegnatari di alloggi popolari possono presentare allo Iacp domanda per l’acquisto della casa. La possibilità di acquisto dell’abitazione è anche estesa a tutti coloro i quali sono occupanti di alloggi a qualsiasi titolo alla data del 31 dicembre 2001. Anche dunque gli occupanti abusivi. L’Iacp però tiene a precisa, smentendo alcune voci circolate, che gli assegnatari che preferiranno restare in regime di locazione non corrono certo alcun pericolo di vedersi venduta a terzi la loro abitazione, la possibilità di acquisto è riservata esclusivamente agli assegnatari e relativamente ovviamente alla casa occupata. Gli interessati possono rivolgersi allo Iacp, ufficio relazioni con il pubblico, tutti i giorni della settimana escluso il sabato. L’Urp si trova al piano terra della sede dello Iacp in piazzale Falcone e Borsellino a Trapani, quartiere Portici, ed è aperto al pubblico il lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12 e anche nei pomeriggi di martedì e giovedì dalle 16 alle 17,30. A disposizione degli inquilini anche il servizio Inquilinato, nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12 e nel pomeriggio di martedì dalle 16 alle 17,30.


L’Iacp di Trapani ha creato sul sociale network Facebook una propria pagina. L’indirizzo
è IACP TRAPANI. Questo anche per creare una veloce modalità di contatto con l’utenza e con chiunque abbia necessità di contattare gli uffici dell’ente.