15/09/2015 02:00:00

Alcamo, arresto di Galofaro. Soddisfazione dell'associazione antiracket

L’Associazione antiracket e antiusura Alcamese esprime la propria soddisfazione e orgoglio per l’arresto di Alberto Galofaro a seguito della sentenza di condanna definitiva da parte della Cassazione per usura ed estorsione.
All’epoca dei fatti l’associazione ha assistito le vittime dei reati contestati al Galofaro ed oggi il lavoro effettuato trova conferma nella condanna definitiva.
Particolare ringraziamento va a Carabinieri e Polizia che con una paziente e meticolosa indagine sono riusciti a smascherare l’organizzazione che prestava denaro ad interessi che andavano dal 60% e fino al 200%.
La sentenza ha riconosciuto all’associazione che si è costituita parte civile nel processo un risarcimento economico.
Tutt’oggi l’associazione assiste numerose vittime con il proprio ufficio legale accompagnandoli alla denuncia e successivamente al processo e alcuni di loro, seguiti nell’iter burocratico, hanno già beneficiato del fondo messo a disposizione dallo Stato per le vittime di racket e usura.
Il mese scorso i vertici dell’Associazione hanno incontrato il Commissario straordinario del comune di Alcamo, dott. Arnone, con lo scopo di volere trovare comuni interessi per gli scopi dell’associazione.
Durante l’incontro il commissario si è mostrato particolarmente interessato alla attività fino ad oggi svolta e ha manifestato immediata disponibilità circa le richieste avanzate dalla associazione per un rilancio operativo della stessa impegnandosi anche a fornire una adeguata sede alla stessa
L’associazione ha in progetto numerose iniziative per il rilancio della sua attività.