28/06/2016 06:30:00

La triste estate di Marsala. Non ci sono soldi per gli eventi. Slitta anche il Cinema

 Un’altra estate sottotono a Marsala. Anche quest’anno non ci sarà nulla di organizzato in città dall’Amministrazione Comunale e ci si affiderà alle iniziative dei privati.
Sembrava che quella dello scorso anno fosse l’estate del sacrificio, con la speranza che quest’anno le cose sarebbero andate meglio. Invece, quando luglio è già alle porte, l’amministrazione Di Girolamo non organizzerà nulla. Nessun concerto in piazza, nessun evento di spicco per attirare qualche turista in più rispetto al normale flusso di visitatori. E l’iniziativa è tutta affidata alle associazioni e ai privati che dovranno attrezzarsi come possono. Al massimo il Comune darà il suolo pubblico, sedie e palco. Nient’altro, neanche il pagamento della Siae e del service, come invece accaduto lo scorso anno. “Non ci sono soldi, è tutto bloccato”, dice l’assessore al Turismo Lucia Cerniglia.
La situazione economica era nota da tempo, ma solo qualche giorno fa il Comune di Marsala ha pubblicato l’avviso pubblico per invitare le associazioni a realizzare gli eventi.
Un ritardo enorme, per una città da 80 mila abitanti che si dice a “vocazione turistica”.
In fretta e furia quindi è stato emanato un Avviso Pubblico con il quale si invitano i soggetti esterni a manifestare il loro interesse e compartecipare alla realizzazione del calendario degli eventi che “animeranno” la città. Le proposte - da far pervenire al Comune entro il prossimo 30 giugno - devono riguardare le seguenti aree di attività: Musica, Teatro, Danza, Arte e Cultura (mostre, rassegne di poesia, presentazione di libri e letture, etc..), animazione in genere. Le proposte possono essere presentate anche da parte di operatori commerciali (in forma singola o collegiale), titolari di bar ed esercizi similari, nonchè artigiani. Ecco, fatto questo l'Amministrazione Comunale concederà loro di utilizzare - a titolo gratuito - lo spazio pubblico in cui si svolgerà l’evento programmato. Nel caso in cui l'iniziativa si svolga con ingresso gratuito, il Comune comparteciperà all'organizzazione mettendo a disposizione suolo pubblico, moduli e attrezzature per palchi, punto luce esistente, pulizia, pubblicità (ossia il classico comunicato stampa dal Comune). Nient’altro, dicevamo, come ad esempio il pagamento della Siae o del Service, come accaduto lo scorso anno. Nell'Avviso Pubblico, online su www.comune.marsala.tp.it – sezione “Avvisi Importanti”, sono riportati termini e requisiti per la presentazione dell'istanza.
Ormai da qualche anno in città viene organizzato poco o nulla. La seconda estate dell’amministrazione Di Girolamo è ancora più critica dell’anno scorso, visto che un anno fa ci si trovava con una giunta appena insediata. Quest’anno non si è riusciti a programmare nulla, mentre nei piccoli comuni limitrofi si è riusciti a trovare fondi per organizzare almeno un evento clou. In tutto ciò slitta ancora il cinema all’aperto. La gara per l’affidamento del cinema sotto le stelle che ogni anno si fa al Complesso San Pietro è andata deserta e adesso si attendono nuove proposte. L’estate è un brutto periodo per l’amministrazione Di Girolamo. “Se non c’è il bilancio approvato non si possono approvare i progetti, e quest’anno non possiamo dare neanche il service - aggiunge la Cerniglia”. Ma non si è riusciti a contattare nessuno per almeno un concerto con un artista “mezzo” famoso anche attraverso il pagamento di un biglietto? “Abbiamo contattato diverse agenzie, forse c’è qualcosa per settembre, ci sono possibilità”, continua l’assessore al Turismo. Mentre l’estate è già arrivata, i b&b e gli hotel cominciano a riempirsi. Gli eventi scarseggiano, e gli stessi marsalesi sono pronti ad espatriare nelle città vicine.