20/06/2018 00:03:00

#SaintVincent: Matteo Gualemi è il nuovo Campione Italiano!

Era la giornata più attesa, era la Giornata: il Day 8 del 22° campionato italiano di biliardo specialità Stecca, edizione 2018 ha incoronato il Campione Italiano assoluto 2017/2018 (ovvero il campione italiano dei Nazionali-Professionisti). Il titolo maggiore (secondo assegnato in questa edizione, sui dieci complessivi) ha preso la volta di San Felice a Ema, borgata di Firenze: è Matteo Gualemi il nuovo campione italiano dei "pro". Questo e tutto il resto nel report del day 8:


Martedì 19 giugno 2018, era il giorno più atteso dell'intera kermesse e di sicuro tali aspettative non sono state disattese. Andiamo a scoprire torneo per torneo quanto accaduto al "palais" del "Casinò De La Vallèe" di Saint Vincent (Ao):

Coppie: Si sono svolte altre 6 batterie eliminatorie nel torneo a coppie, che con le 8 già svolte in precedenza fanno 14 batterie già archiviate, prima delle 13 batterie in programma oggi, mercoledì 20 giugno 2018. Nessun atleta Fibis Trapani ancora impegnato, c'è però da sottolineare il "semaforo verde" per uno dei due campioni italiani in carica: Daniele Montereali (N) ha passato il turno in coppia con Francesco Biondolillo (1). Il talento romano, che vive ormai da anni a Cerda (Pa) difenderà quindi il proprio scudetto nella giornata di domani, giovedì 21 giguno 2018, a differenza del suo ex compagno di coppia (Paolo Infortuna (N)) già eliminato.

Master: Si è svolto il tabellone finale della categoria Master, in attesa della finalissima in programma domenica 24 giugno 2018. All'atto finale del torneo sono approdati il vicentino Thomas Primon (4-1 in semifinale a Ceccarelli) ed il frusinate Daniele Palmieri (4-3 in semifinale a Capasso). Subito disco rosso ai sedicesimi di finale per l'unico (tra l'altro quotatissimo) atleta Fibis Trapani in griglia: Nicola Sgroi (Bilia Club – Partinico (Pa)) si "schiantato" contro il siracusano Pirreco (0-4).

Nazionali: Si sono svolti gli ottavi di finale, i quarti di finale e le semifinali del secondo torneo per importanza dell'intera kermesse. La punta di diamante della truppa Fibis Trapani (nonché unico esponente partecipante a questo torneo) era Ciro Davide Rizzo, atleta di Bagheria (Pa) tesserato presso il csb "Il Barone" di Marsala (Tp). Ebbene, il capitano del "Team Domingo" ha battuto l'anconetano Barbini agli ottavi (4-1), il cosentino Mignolo ai quarti (4-1) e il varesino Marcolin in semifinale (4-0) centrando con pieno merito l'accesso alla finalissima di domenica 24 giugno 2018.
A sfidare il palermitano (in palio non solo il titolo italiano dei Nazionali, ma anche la promozione nei Nazionali-Professionisti per il 2018/2019) sarà il reggino Paolo Infortuna. Infortuna ha battuto in semifinale il fiorentino già vice-campione del mondo Giachetti (4-3), nei quarti di finale il salernitano Torre e negli ottavi di finale il romano-palermitano Montereali (4-0), proprio l'atleta con cui a Torino 2017 aveva vinto il titolo italiano a coppie.

Nazionali-Professionisti: E' accaduto l'improbabile, se non l'impossibile: proprio nella stagione nella quale il "cannibale" Andrea Quarta tornava ad essere tale, macinando successi e trofei, è arrivata la zampata di un altro campione: Matteo Gualemi, fiorentino classe 1988, vince la finalissima per il titolo assoluto per 4-3 e guadagna così la "Triple Crown", ovvero il metaforico trofeo per essere stato Campione del Mondo (Milano 2015), Campione d'Europa (Brandeburgo 2017) e Campione Italiano (Saint Vincent 2018). Al fiorentino, appena trentenne, adesso manca soltanto il Grand Prix di Goriziana di Saint Vincent per centrare il "Grande Slam" della Stecca. Gualemi marchia così a fuoco il proprio nome nella leggenda del biliardo, affiancandolo ai pochi che come lui possono vantare tale primato (lo stesso Quarta, Michelangelo Aniello, Carlo Cifalà , Crocefisso Maggio e Attilio Sessa). La finale, come da pronostico, si è dipanata sui binari dell'equilibrio con Gualemi che si è portato avanti per due volte nella prima metà (1-0 e 2-1) con Quarta capace di acciuffarlo entrambe le volte (1-1 e 2-2); il 3-2 del Cannibale sembrava spezzare definitivamente le velleità del campione fiorentino, che con uno scatto di reni ha però prima pareggiato e poi vinto al settimo e decisivo set, vendicando fra l'altro la finale persa del terzo torneo italiano per importanza disputatosi quest'anno, ovvero "I Principi Dei Doppi" (4-1 per Quarta).

Nella giornata di oggi, mercoledì 20 giugno 2018, "soli" due tornei in programma, eccone il dettaglio:
Coppie: In programma ben 13 batterie eliminatorie, prima del tabellone finale a 27 di domani, giovedì 21 giugno 2018. Finalmente si vedono anche i portacolori del comitato trapanese con Nicola Sgroi (M – Bilia Club – Partinico (Pa)), vincitore del torneo in coppia con il bagherese Davide Tomasello nel 2007, che farà coppia col siracusano Alessandro Parisi (M) scontrandosi al 1° turno della batteria eliminatorie contro la coppia forse più quotata dell'intero lotto: Matteo Gualemi (NP), neo-campione italiano dei "Pro" e Luca Marzio Garavaglia (M), milanese vincitore del torneo nell'edizione 2012 con Giuseppe Consagno. In gara anche l'alcamese Mauro Cuccia (M – New Games & Billiards 2013 – Castelvetrano) che farà coppia con uno dei 16 "Pro", quell'Antonio Buta (NP) mamertino da alcuni anni residente in Campania capace di issarsi in finale nel 2014 in coppia con Angelo Contrafatto. Per Cuccia/Buta primo turno più che abbordabile contro la coppia comasca Stanzione (1)/Lo Coco (1).
Nazionali-Professionisti (Playout): Ancora un'altra novità di zecca: penultimo, terzultimo e quartultimo (15°-14°-13°) al termine della regualar season si sfideranno in un triangolare di playout che premierà il vincente col mantenimento della massima categoria. Per gli altri due atleti, invece, retrocessione nella categoria Nazionali per il 2018/2019. In gara Antonio Girardi (#15), Gaetano Romeo (#14) e Camilo Gomez (#13); formula ai 5 birilli al meglio delle quattro partite su sette ai 60 punti.