03/09/2018 06:00:00

Turismo a Trapani, l'estate buia di b&b e alberghi

La stagione estiva volge al termine, ed è tempo di tirare le somme. Il 2018 è stato contraddistinto dall’assenza di programmazione estiva di voli che interessasse l’Aeroporto “Vincenzo Florio” Trapani-Birgi. Questo ha causato danni, soprattutto per chi ha investito in questi ultimi anni nel turismo. I B&B, i ristoranti e tutte le altre attività commerciali di Trapani hanno visto una forte diminuzione dell’afflusso di turisti in questa città. La nostra analisi si incentrerà sui Bed and Breakfast di Trapani.

Per una città come Trapani, il turismo è di fondamentale importanza, secondo alcuni dati, esso rappresenta in provincia di Trapani il 20% del PIL e occupa circa 15mila addetti. La drastica riduzione dei voli di Ryanair da e per Trapani ha avuto ripercussioni sulla sua attività? Questa è la domanda che abbiamo posto ai diversi titolari di B&B di Trapani.

La risposta unanime è stata: Sì. “Anche se Palermo dista 100 km, i turisti sono stati decisamente meno - commenta così un gestore di un B&B, e continua - la causa principale è stata la quasi assenza di voli che arrivano a Birgi. È stata una stagione decisamente negativa.”

In alcune settimane del mese di giugno e luglio, rispetto allo scorso anno, c’è stata una diminuzione di prenotazioni del 40%. Il mese di agosto, ha avuto meno ripercussioni, e la percentuale di pernottamenti in meno si attesta al 20%. Questi sono dati che sono stati
raccolti da un campione di esercenti che hanno la loro attività nel centro storico di Trapani e nella zona di Via Fardella, le zone più richieste in città. Venerdì scorso è stato presentato il bando per la “promozione turistica del territorio della provincia di Trapani” , quindi tra qualche mese si dovrebbero avere delle certezze per la stagione estiva 2019. L’esigenza di avere un’unica gestione degli aeroporti di Trapani e Palermo è di fondamentale importanza per incrementare l’offerta turistica per i prossimi anni.

L’Aeroporto “Falcone Borsellino” quest’anno ha fatto registrare diversi record, per quanto riguarda il transito di turisti, attestandosi ad un +
16,8% di passeggeri. L’Aeroporto di Birgi, invece, come si può vedere dalla tabella, ha subito un forte calo di passeggeri.

TABELLA
(fonte: sito airgest)

Il problema dell’aeroporto va di pari passo con la diminuzione delle persone che scelgono di trascorrere le proprie vacanze a Trapani, e quindi con la crisi che stanno attraversando i vari operatori del settore. I gestori dei B&B, hanno vissuto una stagione assolutamente
negativa
, e sperano che con la nuova amministrazione, si possa iniziare a puntare concretamente nel turismo. Un’offerta turistica ben strutturata è quello che chiedono gli operatori, anche con una destagionalizzazione. Gli sforzi per rilanciare Trapani come meta
turistica, devono provenire da più parti: Comune, Libero Consorzio e Regione. Nonostante la crisi di questi mesi, in loro c’è la speranza che il prossimo anno Trapani sarà nuovamente piena di turisti.