29/11/2018 07:00:00

Premiati a Palermo i vincitori del concorso enologico e culinario Venere Callipigia

Giorno 23 novembre si sono tenute a Palermo presso la prestigiosa sede dell’Università degli Studi, Facoltà di Agraria, le premiazioni dei concorsi Enologico e Culinario organizzati dall’associazione Sicilia Pro Events presieduta dal marsalese Massimo Picciotto.

Alla presenza di tante importanti figure del mondo dell’imprenditoria, della politica e dell’università i vincitori del Concorso enologico nazionale Venere Callipigia a cui è associato il Premio Wine App conferito dall’agenzia di web app marketing Ladyaok della Dottoressa Nadia De Santis progettista dell’applicazione Wineapp per il turismo enogastronomico sostenibilee del concorso culinario regionale La Medusa hanno ricevuto le preziose statuette (pezzi unici) a sugello di una attività di promozione delle eccellenze enogastronomiche siciliane.
La manifestazione che nasce con l’obiettivo di dare un fattivo impulso alla Sicilia mediante la promozione del territorio, delle sue importanti attrazioni turistiche per il tramite delle eccellenze enogastronomiche risulta essere una delle manifestazioni “Libere” che meglio sa proporsi ad una grande platea specializzata di “winelovers” ed esperti di settore.

Gli Chef vincitori hanno dimostrato la propria gioia ed orgoglio nell’essere stati presentati quali veri paladini dell’arte della cucina Siciliana; mentre le cantine vincitrici provenienti da tutta l’Italia, con una grande prevalenza fra i premiati di produttori siciliani hanno dimostrato che non serve essere grandi produttori in quantità per essere veri maestri della qualità.
Il Presidente Massimo Picciotto ideatore della manifestazione, durante le premiazioni ha rivolto un appello ai politici presenti affinchè si volga un più attento sguardo alle grandi eccellenze siciliane e del bacino del Mediterraneo che pur proveniendo spesso da realtà impreditoriali meno blasonate riescono a portare alta la bandiera della Sicilianità nel mondo, chiedendo per loro una maggiore attenzione ed un maggiore coinvolgimento.

Alla cerimonia di premiazione hanno apportato il proprio contributo grandi impreditori ed esperti del settore turistico ed enogastronomico siciliano;
molto interessanti gli interventi di vere eccellenze dell’enogastronomia siciliana quali Paolo Giacalone titolare del marchio “Il Rosso di Mazara” azienda leader nella fornitura di tale importante presidio siciliano, Il Gambero Rosso di Mazara del Vallo; Il Dottore Giovanni Basciano vice Presidente Nazionale di AGCI AGRITAL associazione generale delle cooperative italiana il quale ha dato una visione molto attenta e precisa del mondo della marineria siciliana e più in particolare del Tonno Rosso di Favignana, interessante pure l’intervento di Mario Prestifilippo esperto micologo ed uno dei più grandi cavatori del pregiatissimo Tartufo nero Siciliano che ha appassionato con i suoi racconti ed informazioni.
Ciliegina della serata l’Attore siciliano Ernesto Maria Ponte il quale molto vicino all’’organizzazione della manifestazione ha deliziato i presenti con alcune sue battute sul cibo siciliano e sulla sua particolare affezione a tale argomento.
Per la cronaca i vincitori del concorso culinario sono stati:
- Tonino Puglisi (del Golf resort di Castiglione di Sicilia Il Picciolo) nella categoria Antipasti
- Nino D’Ambrogio (del ristorante Agriturismo Vultaggio di Trapani) nella categoria primi piatti
- Salvo Mazzullo (del ristorate Hotel Capo Taormina di Taormina) nella categoria secondi piatti
- Nello Barone (dell’hotel Capo Taornina di Taormina) nella categoria dessert.

Per quanto riguarda invece i vini in concorso durante la cerimonia sono stati premiati vini provenienti da tutta l’Italia dal Piemonte, dalla Lombardia dalla Calabria, ma anche dal Veneto e dalla Sardegna; grande successo per l’azienda siciliana Cantina sociale Colomba bianca di Mazara del Vallo che essendo l’azienda ad avere piazzato il maggior numero di vini fra i vincitori si è aggiudicata pure il premio “Winery” come la migliore cantina.
Ottimi risultati per le Cantine Marsalesi, che sono riuscite a vedere premiati i propri vini, dalla cantina Baglio Oro, alla azienda Marco De Bartoli, Vinci Vini, Alagna vini, Asaro, Terre del Sole Zerilli l’eccelenza del vino Marsalese che vince e dimostra come sempre la propria grande qualità.

Rinnovato l’appuntamento per l’edizione 2019 a Partinico in provincia di Palermo dove ha sede la Real Cantina Borbonica, prima cantina sociale Italiana della storia.
L’ideatore e promotore della manifestazione Massimo Picciotto ha promesso per la prossima edizione un taglio ancor più moderno ed in linea con le esigenze dei mercati moderni quindi con un maggiore riscontro mediatico e di marketing e meno burocratismi tecnici ormai anacronistici.
Prossima tappa il Vinitaly dove Wineup Expo è stata invitata per promuovere l’evento con la possibilità di gestire un banco d degustazione rivolto ai vini vincitori accoppiato ai manicaretti degli Chef Siciliani.