Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
07/12/2018 11:18:00

Trapani, 38enne evade dai domiciliari due volte in due giorni. Rinchiuso in carcere

Evade dai domiciliari due volte in due giorni. Un trapanese di 38 anni, Alessandro Salvatore Mannone, evade dagli arresti domiciliari una prima volta il 5 dicembre e viene arrestato dai carabinieri mentre stava rincasando.

Il giorno dopo, nonostante il provvedimento gli impedisca di lasciare l'abitazione, si allontana nuovamente e viene intercettato e arrestato ancora una volta dai militari della Stazione di Borgo Annunziata.

L'uomo agli arresti per diversi reati commessi negli anni precedenti, questa volta è stato rinchiuso nel carcere Pietro Cerulli di Trapani. Qui i particolari nel comunicato dei militari:

Il giorno 5 dicembre 2018, nel corso della mattinata, a Trapani, i Carabinieri della Stazione di Trapani Borgo Annunziata hanno arrestato per il reato di evasione MANNONE Alessandro Salvatore, trapanese classe 80, soggetto conosciuto ai militari operanti in quanto al momento sottoposto agli arresti domiciliari per vari tipologie di reato commessi negli anni precedenti.
I Carabinieri dopo aver accertato l’assenza del Mannone con l’ausilio di un altro equipaggio si mettevano immediatamente alla ricerca del giovane rintracciandolo nei pressi dell’abitazione mentre stava rincasando.
L’arrestato, al termine delle formalità di rito, veniva ristretto presso le camere di sicurezza del Comando Stazione, in attesa del rito direttissimo fissato per la mattinata del 6 che ha visto la risottoposizione agli arresti domiciliari presso la propria abitazione.
Nel pomeriggio di ieri 6 dicembre i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Trapani, impegnati in un normale servizio di perlustrazione, procedendo al controllo dei soggetti gravati da misure restrittive, avendo i militari sentore che lo stesso, soggetto particolarmente intollerante ai provvedimenti dell’Autorità, potesse allontanarsi dal domicilio, decidevano di effettuare un passaggio nonostante il Mannone fosse stato accompagnato da pochi minuti a casa dopo il direttissimo inerente all’arresto del giorno 5.
I dubbi risultavano fondati in quanto il ragazzo non era in casa come riferito dagli occupanti. Verificato che non avesse alcuna autorizzazione o permesso scattavano le ricerche che duravano pochi minuti visto che il Mannone veniva rintracciato dai Carabinieri poco distante mentre rincasava, riferendo ai militari di fregarsene delle leggi e dei vincoli a lui imposti e che comunque avrebbe continuato a fare le stesse violazioni.
Il Mannone veniva tratto in arresto, vista la palese violazione, e tradotto presso il carcere Pietro Cerulli di Trapani a disposizione dell’A.G. competente