06/02/2019 07:00:00

L'Istituto Regionale Vite e Olio senza soldi. Pronto a fermare la certificazione

E' sempre più critica la situazione economica dell’Istituto Vite e Olio che si avvia a fermare le attività. 

«Iniziano i disservizi - afferma il direttore Vincenzo Cusumano -. Ci sono già ritardi sulla certificazione e su tutte le pratiche che riguardano le produzioni di qualità delle aziende. Ciò danneggia tutto il mondo produttivo. Abbiamo ancora due settimane di autonomia...».

I dipendenti non ricevono gli stipendi da ottobre da quando la crisi di uno degli storici enti della Regione si è fatta più critica. Una crisi che nasce dal maxi pignoramento da oltre 3 milioni subito a ottobre da Veronafiere, che lamenta il mancato pagamento dello stand per il Vinitaly di qualche anno fa.

Nei giorni scorsi si è cercato di risolvere con una trattativa con Veronafiere e ci sarebbe un pre-accordo per chiudere la causa versando 2 milioni e 600 mila euro in contanti. Ma al momento non ci sono fondi.

Da ottobre infatti  i conti e le linee di finanziamento regionale sono bloccate dal pignoramento. In più il ritardo nell’approvazione della Finanziaria ha bloccato anche l’erogazione di un maxi finanziamento che l’Ars aveva deliberato a dicembre. Si tratta di 3 milioni con i quali doveva proprio essere estinto il debito con Veronafiere. In mancanza di un bilancio regionale si è bloccata e dunque l’Istituto si è praticamente fermato.

In mancanza di queste risorse l’Istituto Vite e Olio non può più neppure pagare le bollette e i rimborsi per il carburante a favore dei certificatori che si spostano ogni giorno verso le aziende. L’anno scorso l’Istituto ha certificato oltre 100 milioni di bottiglie di vino, per l’80% della Doc Sicilia. E rappresenta quello che sarebbe il danno causato dallo stop dell’attività.



  • Tp24 Tv
  • RMC101
  • Podcast
  • Inchieste
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596818921-t-cross-ago.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596443336-agosto-2020.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596438976-saldi-estivi-50.gif