17/02/2019 06:00:00

Verso le elezioni Europee. Dalla Lega al Pd, chi si candida in Sicilia

 Le prove di forza e il braccio di ferro, poco prima dell’approvazione della Finanziaria regionale, da parte della maggioranza, ha seguito anche la linea delle candidature europee.


In troppi cercano un posto al sole, le candidature per Strasburgo per Forza Italia nella circoscrizione della Sicilia le sceglie Gianfranco Miccichè. E’ il commissario degli azzurri sull’isola e ha stoppato il passo in avanti fatto da Saverio Romano con la sua candidatura co i forzisti. Nessun riposo per Forza Italia dopo la lunga notte della Finanziaria, ci sono in gioco mosse politiche importanti che passano non solo dalle candidature per le europee ma da un rimpasto di giunta, annunciato da mesi.


Capolista in tutte le circoscrizioni sarà Silvio Berlusconi, per la circoscrizione Sicilia-Sardegna devono poi trovare spazio sia Salvatore Cicu, uscente, sardo ma di origini di Castellammare del Golfo, Giovanni La Via, catanese e già in campagna elettorale da mesi.  Il posto fermo per il momento, Cavaliere a parte, è quello di Cicu per il resto si discute ancora. Potrebbe essere candidato il capogruppo all’Ars Giuseppe Milazzo che si contende la candidatura con Gaetano Armao, ma a volere spazio è pure Saverio Romano. 

La Sicilia occidentale reclama il posto in lista per l’uscente La Via ovvero c’è chi spinge per Basilio Catanoso.  Rebus nome delle donne, il partito ha l’esigenza di non mostrarsi chiuso e di aprire a figure extra parlamentari.
La Lega corre con Matteo Salvini capolista, candidato anche Igor Gelarda, consigliere comunale  di Palermo e responsabile enti locali regionali per il partito. In lista andrà Fabio Cantarella che rappresenterà la parte occidentale dell’isola.


Dentro al Pd si gioca una partita per lo più con gli uscenti. A Marsala sarà presente il 23 febbraio Michela Giuffrida.  Parte la sua campagna elettorale, è vicina all’assessore Anna Maria Angileri e al sindaco Alberto Di Girolamo. In questi cinque anni di mandato europeo si è vista poco, per lo più solo per appuntamenti elettorali. In lista con i dem ci sarà certamente l’uscente Renato Soru, sardo, mentre la Sicilia occidentale potrebbe essere rappresentata dalla senatrice Valeria Sudano, il suo nome è al momento uno dei più papabili.


Nuove regole per il movimento Cinque Stelle e altrettanti divieti per la scelta dei candidati. Ci si candida in piattaforma Rousseau entro il 25 febbraio alle ore 12, sono state definite dai grillini “Europarlamentarie 2019” e i candidati alla candidatura europea avranno un punteggio per titoli e per conoscenza dell’inglese. Costituirà merito l’avere già ricoperto cariche elettive con il movimento, come gli uscenti. I capilista saranno direttamente scelti da Luigi Di Maio, tutti i candidati poi dovranno attenersi scrupolosamente al nuovo codice di condotta, dove è previsto, tra le altre cose, di non poter rilasciare dichiarazioni ai giornalisti a titolo personale, tutto deve essere concordato con lo staff del movimento.