18/02/2019 06:00:00

Paolo Ruggirello: "Tranchida in malafede. Accusa tutti perché ha 'coperture' in Tribunale"

 Dopo l'arresto dell'ormai ex vice sindaco di Erice gli animi si sono parecchio infuocati, con la sindaca Daniela Toscano e il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida che hanno lanciato accuse, organizzato conferenze stampa, di tutto e di più. Un putiferio di Tranchida e Toscano per dire “no, noi siamo onesti, cercano di tirarci dentro le sabbie mobili”. Paolo Ruggirello, ex deputato regionale del Pd, hanno tirato in ballo anche lei. Ma al loro posto avrebbe reagito così?

Intanto questa è la dimostrazione che il signor Tranchida ha nei territori una presenza reale e massiccia. Ha creato quello che voleva, sindaci a suo uso e consumo.

La Toscano come costola di Tranchida?

Ognuno deve amministrare la propria città. Al Comune di Erice è stata eletta Daniela Toscano, che in passato ha fatto il vice sindaco, e penso che sia in grado di amministrare in autonomia, senza bisogno di padroni dietro le spalle.

In conferenza stampa Tranchida ha resuscitato una vicenda giudiziaria degli anni 80 che coinvolgeva Bartolo Pellegrino e poi cita anche suo padre, Giuseppe Ruggirello. Perchè Tranchida ha ripescato un fatto così vecchio, un processo che tra l'altro finì in assoluzione?

Tranchida purtroppo ha una memoria corta e parla in malafede. Ha fatto una conferenza stampa dalla quale i cittadini volevano sapere cosa è accaduto nelle amministrazioni ericine di oggi e degli anni precedenti. Doveva spiegare cosa è successo a proposito di un assessore finito agli arresti e andare avanti.

Ha detto che la giustizia farà il suo corso.

Ora è facile per lui dire “mi affido alla magistratura”, ma se ci si affida alla giustizia allora doveva dire che mio padre è stato prosciolto perchè il fatto non sussiste in un procedimento chiuso nel 1982. Tranchida più volte ha accusato terzi e quando qualcuno ha accusato lui si è subito rivolto al Palzzzo di Giustizia per trovare una certa forma di copertura.

In che senso, forma di copertura?

Dal 2007 il signor Tranchida, allora sindaco di Erice, cerca di non accettare una mozione di sfiducia – parliamo di politica - che era nata nei confronti di una amministrazione deludente. Quella mozione ha avuto i suoi percorsi, e mi ha portato successivamente ad essere coinvolto nelle indagini, ma alla fine si sono scoperte alcune cose su Tranchida....

Ne ha parlato nel suo comunicato stampa. Mettiamo ordine. Lei era riferimento dell'opposizione in consiglio comunale all'amministrazione Tranchida ad Erica. Era stata presentata una mozione di sfiducia e cosa è successo poi?

Sono stato accusato di aver pilotato i voti per sfiduciarlo, ma dalle intercettazioni dei Carabinieri risulta altro.

Cosa risulta?

Viene fuori che la presidente del consiglio di Erice dell'epoca, Giovanna Millocca aveva trattato e trattava quotidianamente i suoi movimenti politici con Tranchida.

Perchè dice che Tranchida ha una sorta di protezione al Palazzo di Giustizia?

Non capisco perchè su questo tipo di vicende si aprono procedimenti nei miei confronti e non su altre persone.

Com'è finita poi quest'inchiesta?

Sono stato archiviato, perchè non c'era nulla, non avevo minacciato né corrotto nessuno. Sono stati interrogati tutti i consiglieri comunali e si sono raccolte diverse testimonianze.

Lei è stato archiviato ma su Tranchida non si è mai aperto un fascicolo.

Mai. Dopo di che, si vede che Tranchida ha qualcosa contro la famiglia Ruggirello, perchè comincia una sorta di stalking.

Cosa succede?

La gente deve sapere. Prima ha bocciato il progetto di un centro benessere della famiglia Ruggirello che aveva avuto l'approvazione della variante urbanistica. Poi ha tentato di mettere l'opinione pubblica contro la famiglia Ruggirello inventandosi di tutto e di più. In campagna elettorale per le primarie del Pd per le elezioni di Trapani, quando c'era in ballo la candidatura di Ciccio Todaro, qualcuno diceva che dietro di lui c'era la lobby degli affari. Perchè  Tranchida prima di candidarsi a sindaco di Trapani ha fatto un incontro con Camillo Oddo, Dario Safina, per chiudere un accordo e sostenere la sua candidatura? Io mi sono stancato di sentire questo soggetto che a distanza di 35 anni parla di persone che sono state controllate, e verificate, e sulle quali non c'è mai stato nulla. E di quei fatti non si parla nemmeno di mafia, alla sola idea mi verrebbe da vomitare.

E' Tranchida a “mascariare” per lei...

Non puoi in una conferenza stampa parlare di Bartolo Pellegrino e di mio padre senza che c'entrano nulla. Il signor Tranchida ha tentato di “mascariare” la mia immagine, la mia dignità e la mia famiglia. Non glielo permetto più.