06/03/2019 06:00:00

Unieuro "sbarca" in Sicilia con 12 nuove negozi, 4 in provincia di Trapani

 Unieuro, ha aperto 12 negozi siciliani (appartenuti a Pistone S.p.A.) integrandoli nella propria rete diretta di punti vendita. Quattro sono i nuovi esercizi commerciali già operativi: Marsala, Trapani, Mazara del Vallo e Alcamo; quattro a Palermo (nei centri commerciali Città Mercato, Guadagna, La Torre e Ai Leoni); uno a Carini; due a Catania (nei centri commerciali I Portali e La Rena); uno ad Agrigento. L’azienda di Forlì è oggi il maggiore distributore omnicanale di elettronica di consumo ed elettrodomestici per numero di punti vendita in Italia.

LA STRADA PIU’ VELOCE – “L’acquisizione di negozi già esistenti – ha dichiarato l’amministratore delegato di Unieuro, Giancarlo Nicosante, durante la conferenza stampa palermitana di presentazione di venerdì scorso – e la conoscenza pregressa maturata da parte nostra in ‘Expert’, del gruppo Pistone, ci è sembrata la strada più veloce per aprire subito 12 nuovi punti vendita” di proprietà Unieuro. “La Sicilia – ha continuato l’ad – per noi rappresentava una ‘macchia nera’, un’assenza, rispetto al resto d’Italia, che nella nostra strategia di vendita ‘omnicanale’ doveva essere colmata.

LA SFIDA SICILIANA – L’omnicanale copre diversi livelli di servizio alla clientela: comprare in negozio, acquistare on line, anche da smart phone, con la possibilità di ritiro anche presso il punto vendita più vicino (click and collect). “Quest’ultima opzione – afferma Nicosante – è praticata dal 65% circa dei nostri clienti che comprano on line; tra questi, che si recano a ritirare la merce già acquistata, poi, un altro 20% aggiunge ulteriori acquisti”.


OTTIMI AFFARI LA DOMENICA
– “Rappresenta – afferma in modo risoluto Nicosante – la seconda giornata migliore, per fatturato, della settimana. La domenica – continua l’ad di Unieuro –realizziamo tra il 15 ed il 20 % del nostro giro d'affari e siamo preoccupati, in caso di chiusure domenicali imposte dall’esterno, per il mantenimento dei livelli occupazionali. Con ciò non intendiamo negare il rispetto dei giorni di riposo dei lavoratori, ma siamo favorevoli – conclude Nicosante – ad una regolamentazione chiara del settore”.


I NUMERI – Sono 277 i nuovi dipendenti siciliani che, con il perfezionamento dell’operazione di acquisto, passeranno a Unieuro. Salgono così a 13 i punti vendita diretti in Sicilia primo e strategico passo per arrivare a una copertura capillare dell’isola, (l’obiettivo dell’insegna è arrivare ad almeno 20 punti vendita diretti nel medio-lungo termine), anche considerando gli affiliati. 17,4 milioni di euro è il costo dell’operazione chiusa il 1° marzo, tramite cui è avvenuto il perfezionamento (“closing”) dell’acquisto, da parte di Unieuro, del 100% del capitale sociale di Carini Retail S.r.l. già proprietaria dei 12 punti vendita siciliani ad essa appartenenti, fino a quel momento gestiti con il marchio Expert. L’azienda conta su uno staff di circa 5.000 dipendenti ed è quotata in Borsa dall’aprile 2017. Sono oltre 500 i negozi tra diretti (oltre 250) ed affiliati (circa 270) in Italia. L’acquisizione è la seconda maggiore nella storia di Unieuro e la più grande dal suo debutto in Borsa. I 12 negozi sviluppano un fatturato di circa 140 milioni di euro, con una redditività positiva e superiore alla media di mercato, ed occupano una superficie di vendita complessiva di oltre 25.000 mq. Due i siti per la vendita tramite internet: unieuro.it e monclick.it.

Alessandro Accardo Palumbo
www.facebook.com/AlessandroAccardoPalumbo
Twitter: @AleAccardoP