15/03/2019 10:00:00

I Comuni siciliani si spopolano dei propri abitanti ma si arricchiscono di stranieri

E’ una Sicilia che si sta spopolando via via sempre di più. Per due motivi. Uno perché i giovani e chi non ha un lavoro se ne va via, l’altro perché ci sono sempre meno nascite. A Poggioreale, ad esempio, sono nati nel 2017 appena 3 bambini. Ma a questo aspetto sociale sempre più drammatico per il futuro dell’Isola e in particolari di tantissimi suoi comuni: belli, storici ma destinati a svuotarsi, fa da contraltare il fatto che inglesi, americani, russi, norvegesi li scelgano come luogo dove comprare una casa dove trasferirsi o magari trascorrere le vacanze.

Sono 156 su 390 i Comuni siciliani in cui il calo demografico registrato rispetto agli abitanti censiti nel 1999 supera la soglia di guardia del 10%. Ma ci sono centri dove si va molto oltre il 30%. Il record dello spopolamento è a Mirabella Imbaccari, nel Catanese: 36,8% in meno di abitanti. Erano 7.536 vent’anni fa sono 4.764 oggi. Roccafiorita, Frazzanò, Malvagna sono intorno al 35% di abitanti in meno. A Roccafiorita sono rimasti solo 186 residenti. A Mandanici 578, a Rocca Valdemone 640, a Basicò 592, a Campofelice di Fitalia 496, a Sclafani Bagni 426, a Gallodoro 363. Sono questi i numeri riportati in un dossier della Regione che affianca una proposta dell’assessore all’Economia, Gaetano Armao, che ripropone una norma che ha l’obiettivo di attrarre in Sicilia i pensionati di altri Stati europei in cambio di sgravi fiscali per dieci anni: esenzioni Irpef, bollo auto e altre imposte per chi si trasferisce in uno dei 156 comuni che hanno subito il crollo demografico.

Ma allo spopolamento si aggiunge anche un deprezzamento del valore delle case che però in alcuni casi si sta trasformando in una opportunità, come a Sambuca di Sicilia, dove il Comune ha offerto 16 abitazioni ad un euro. “Son arrivate oltre 100 mila richieste – le parole del sindaco Leo Ciaccio - e altre 20 case sono state vendute a poche migliaia di euro e verranno presto recuperate».

Altro esempio è quello di Cianciana, in provincia di Agrigento, qui c’erano 4.473 abitanti 20 anni fa e ora sono 3.401. Tra i personaggi che stanno cercando casa ci sono, Anthony Hamilton, papà del campione di Formula 1, e l’attore Ray Winstone, che ha già acquistato e restaurato una delle case più belle e assieme a lui sono già 120 le case acquistate e restaurate da stranieri. Una Sicilia che vede i suoi borghi più belli, ormai abbandonati dai propri abitanti e che accoglie sempre più gli stranieri.