Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
24/03/2019 10:49:00

Troppo gas, denunciato rivenditore di bombole a Trapani

 Un rivenditore di bombole di gas è stato denunciato a Trapani perchè nel suo negozio aveva un quantitativo di gpl superiore ai limiti di legge, e di molto. A scoprire tutto sono stati i Carabinieri di Borgo Annunziata.
I militari hanno anche arrestato un uomo che deve scontare una condanna per violenze sessuali. Ecco i dettagli nella nota.

La settimana che si è appena conclusa ha visto i Carabinieri della Stazione di Trapani Borgo Annunziata, diretti dal Luogotenente Francesco Perrotta, impegnati su diversi fronti.
Più nello specifico, nella mattinata di giovedì, 21 marzo u.s., i militari approntavano un mirato servizio unitamente a personale dei Vigili del Fuoco di Trapani, nel corso del quale procedevano al controllo di una rivendita di gas in bombole. Durante l’accertamento il personale operante riscontrava la presenza di nr. 68 bombole di g.p.l. di varia capacità vuote e nr. 119 bombole di g.p.l. cariche di varia capacità per un totale complessivo di kg 1.565, quantitativo che superava ampiamente il limite imposto per legge di kg. 75. Il titolare dell’attività S.G, trapanese, cl.46, è stato, per tanto, deferito in stato di libertà dai Carabinieri per la violazione delle norme di sicurezza per le rivendite di g.p.l., mentre le bombole di gas in eccedenza venivano sottoposte a sequestro penale.
Nella mattinata di venerdì 22 marzo u.s., i militari della medesima Stazione Carabinieri, procedevano all’arresto di M.V. , trapanese, cl.54, con precedenti di polizia. In particolare l’Autorità Giudiziaria emetteva a carico del soggetto un ordine di carcerazione per i reati di violenza sessuale e atti persecutori per cui dovrà scontare la pena di 3 anni e 10 mesi di reclusione. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale “Pietro Cerulli” di Trapani, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.