03/04/2019 18:53:00

Richieste di prestito in aumento: dati e motivi per cui gli italiani accedono al credito

Sempre più italiani scelgono una soluzione di credito ai consumatori per piccoli e grandi importi da finanziare. Questo è il quadro complessivo che emerge dagli ultimi dati di settore che testimonia anche una netta crescita del digitale.

Oggi infatti la tecnologia ha semplificato molto la vita delle persone, molti aspetti quotidiani sono stati velocizzati e resi più agili, e tra questi rientra anche il settore dei prestiti: sempre più famiglie, difatti, hanno richiesto un finanziamenti direttamente sul web.

Ecco perché oggi andremo a scoprire tutti i dati del comparto, e i motivi che spingono sempre più consumatori italiani a richiedere un prestito in forma digitale.

I dati del 2018 relativi al mercato italiano dei prestiti

L’Osservatorio Prestiti ha prodotto un report molto interessante, che oggi rappresenta uno spaccato del mercato prestiti del 2018. Stando a quanto emerso, questo settore ha fatto registrare un buon aumento di richieste, che cresce ancora di più per alcune formule specifiche. Infatti se da un lato è stato registrato un calo di richieste relative ai prestiti finalizzati per la ristrutturazione e per l’acquisto di auto, dall’altro sono aumentate le richieste inerenti al consolidamento dei debiti, oggi fra le più diffuse in assoluto (15,6%).

Il rapporto è utile anche per comprendere gli importi medi richiesti dagli italiani: nel 2018 la cifra media si è attestata intorno ai 13mila euro, con una durata media di 67 mesi. Nel report poi viene approfondito anche il profilo medio del richiedente: l’età del consumatore medio si aggira sui 42 anni, mentre il 30% delle richieste proviene dalla fascia degli under 35. Se questi ultimi richiedono soprattutto prestiti personali per pagare le spese universitarie, la fascia più avanti con l'eta utilizza spesso i finanziamenti per coprire delle spese mediche appartiene.

Infine va detto che anche questi mesi del 2019 hanno confermato la tendenza positiva dei prestiti: a febbraio, infatti, il CRIF ha registrato un ulteriore aumento del +11%.

La rivoluzione del web e il fenomeno “vacanze a credito”

Come anticipato durante il discorso introduttivo, il web è tra i motivi che hanno contribuito al successo di questo settore: oggi infatti è ancora più semplice richiedere un finanziamento, grazie a nuovi servizi come Younited Credit che offrono prestiti personali direttamente online permettendo di svolgere tutte le pratiche tramite un pc e comodamente da casa.
Continuando nella lista dei motivi che portano le famiglie a richiedere un finanziamento troviamo anche le tanto sognate ferie: sono in molti a ricorrere ad un prestito per coprire le spese delle proprie vacanze, un fenomeno sempre più diffuso fra i giovani. In tal caso, infatti, si parla di quasi 100 milioni di euro totali erogati nel 2018, con una media di 4.400 euro per richiesta da rimborsare in 3 anni.

Anche le spese mediche (come accennato sopra) sono spesso alla base dei motivi che spingono al prestito, con un peso percentuale del 5% (+1,3%), e con un trend sempre più vivo in Italia.

In conclusione, l’Italia è un paese sempre più spesso votato al prestito: una verità alimentata anche dal successo del comparto digitale e dei servizi che lo animano.