07/04/2019 06:00:00

Erice, Simona Mannina:"Chiediamo di rispettare il contratto per la raccolta rifiuti"

Simona Mannina Consigliera Comunale ad Erice, nel vostro comune c’è un’ottima raccolta differenziata perché siete sempre sul piede di guerra, per il puro gusto di fare opposizione?

Assolutamente no, la percentuale è aumentata perché il comune di Trapani ha iniziato la differenziata e i cittadini ericini che andavano a conferire i rifiuti a Trapani adesso non possono più farlo.

Allora il merito è di Tranchida.

Sì, questa volta è anche di Tranchida, senza dubbio, ma anche per il fatto che sono stati tolti i contenitori a San Giuliano. La cosa che mi crea un po’ di timore è che si scopra qualche discarica abusiva, perché lungo la strada che collega Trapani a Napola ci sono diversi terreni pieni di rifiuti. Il piede di guerra non è tanto sulla percentuale della differenziata, anzi, spero che venga raggiunto il 65% per avere chi conferisce uno sconto sulla tassa dell’80%.

Mannina qual è il problema, quello dei mastelli, sono tanti?

Io ho raccolto la lamentela dei cittadini, in particolare quelli che abitano in grossi condomini in cui devono esporre 25 mastelli a giorno, ritengono sia una cosa contraria sia al decoro urbano, sia anche per una questione di igiene e sanità pubblica e per questo stiamo richiedendo la reintroduzione dei cassonetti nei condomini.

Da chi è stato votato questo piano rifiuti?

Da nessuno, noi come opposizione abbiamo lasciato l’aula consiliare facendo cadere il numero legale. L’abbiamo lasciata per un motivo, perché il fatidico 65% di raccolta differenziata da raggiungere per avere l’80% in meno della tassa, l’amministrazione quest’anno voleva aumentarlo all’80%, rendendo dunque quasi impossibile quell’abbattimento. Tra l’altro questa proposta è stata votata quando era presidente del consiglio Giacomo Tranchida. Non vorrei che questa proposta, fatta sotto campagna elettorale, possa andare contro ai cittadini, perché nel momento in cui si dice che se si arriva al 65%, i cittadini conferiscono e poi si aumenta all’80% il limite, sembra una presa in giro. Noi come opposizione non lo abbiamo permesso lasciando l’aula consiliare. Tra l’altro volevo dire che i contenitori condominiali erano previsti nel contratto e noi non stiamo chiedendo altro che rispettare quello che era previsto nel contratto.

Simona Mannina, ci sono ad Erice i centri comunali di raccolta?

Sì, ma ogni giorno non possiamo andare nei centri di raccolta. Volevo anche dire che il contratto di servizio prevede il ritiro del secco due volte a settimana, mentre ad oggi avviene solo una volta a settimana e noi stiamo puntando a far rispettare quello che è il contratto.

Com’è la situazione, il clima è più disteso ad Erice o no?

Mi dispiace ma non è così, il clima non è per niente disteso ad Erice. Fino a pochi giorni fa, durante un consiglio hanno dovuto allontanare la sindaca perché è venuta contro di me, dicendo delle cose, ma lasciamo perdere, quindi il clima non è disteso. Non so se ci saranno delle novità in arrivo, stiamo a vedere.

Novità di carattere giudiziario in merito alle inchieste in corso?

Giudiziarie, ma a me piace fare politica. Essere offesa perché porto avanti delle richieste dei cittadini, lì mi sembra davvero un po’ assurdo.