Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
15/04/2019 06:00:00

Arresti, denunce, controlli. I numeri della Polizia in provincia di Trapani

 “Il nostro è un lavoro difficile e spesso oscuro, votato alla difesa della collettività e della democrazia della nostra Nazione”. Ha aperto così il suo discorso in occasione della Festa della fondazione della Polizia di Stato il Questore di Trapani Claudio Sanfilippo.


Il vertice della Polizia in provincia di Trapani ha fatto il punto sull'attività svolta nell'ultimo anno, sulle difficoltà del territorio, le priorità per gli agenti dislocati nelle città e nelle periferie della provincia.
Un lavoro spesso “oscuro” lo ha definito Sanfilippo, quello del poliziotto, e ricorda chi è morto e chi ha riportato lesioni nell'onorare il giuramento.
Prima di elencare i risultati di un anno intenso, il Questore ha fatto un'analisi dettagliata del territorio della provincia di Trapani. Un territorio fragile "resistente ad ogni forma di cambiamento indirizzata verso le regole della legalità e, dunque, del vivere civile”. Uno stato di cose che ha agevolato la criminalità, anche quella organizzata che ha portato a sé guadagni illeciti e consenso.


In quest’ottica si inserisce la mission della Polizia che non solo deve controllare e reprimere, ma che ha sentito la necessità di “allargare l’orizzonte verso forme più sociali e partecipative”.
Periferie e scuole sono al centro dell'attenzione della Polizia che nell'ultimo anno ha incrementato la presenza nelle scuole per una maggiore sensibilizzazione.

“Dobbiamo essere consapevoli che la scuola, l’istruzione in generale, non può limitarsi a diffondere solo i principi della conoscenza, del sapere e dell’educazione, tralasciando il contesto ambientale con cui gli studenti sono chiamati ad interagire”. Sanfilippo parla di “grande sete” fra i giovani sui temi della legalità, dell'educazione e della cultura.
Il Questore analizza anche il tessuto economico e in particolare imprenditoriale e fa appello alle forze sane. Sanfilippo auspica “uno sforzo, un fare squadra, per la promozione del territorio che porterebbe enormi benefici in termini di ritorno sulla conoscenza e conoscibilità delle nostre, a volte uniche, eccellenze sia in Italia e perché no, anche all’estero”.


I NUMERI
Sono numeri importanti quelli della Questura di Trapani, dei diversi commissariati, nella prevenzione dei reati. 56.789 le persone identificate, 23.456 i mezzi controllati, 16.808 persone sottoposte agli arresti domiciliari.
Il reparto prevenzione crimine ha identificato in particolare 8.728 persone, controllato 5.224 veicoli e con il Sistema mercurio sono state controllate 9.757 targhe.
A proposito dei controlli il Questore auspica di rendere ancora più efficaci gli sforzi della Polizia implementando “le telecamere della videosorveglianza cittadina (e non mi riferisco soltanto alla città di Trapani) che hanno bisogno di una seria manutenzione”. Sanfilippo lancia quindi un appello affinchè le telecamere “vengano ripristinate, aggiornate, in tempi brevi, ricordando, per primo a me stesso, che le spese erogate per la sicurezza non sono mai da considerarsi “inutili” ma necessarie per il bene della collettività e produttive di grandi benefici per tutti”.

IMMIGRAZIONE
E' stato un anno intenso sul tema immigrazione in provincia di Trapani.
Qualche dato: 63 sbarchi gestiti per un totale di 2.043 migranti giunti; 3.261 permessi di soggiorno ordinari rilasciati; 2.393 permessi di soggiorno per richiedenti protezione; 1.245 provvedimenti di respingimenti per Ordine del Questore; 367 provvedimenti di espulsione con accompagnamento alla frontiera.

ARRESTI E DENUNCE
Latitanti catturati, operazioni di polizia in tutto il territorio, armi e stupefacenti sequestrati, arresti per reati contro la persona e il patrimonio. Le persone arrestate sono complessivamente 343, mentre quelle denunciate all'autorità giudiziaria in stato di libertà sono state 903.
Sanfilippo ha chiuso il capitolo dedicato alla polizia giudiziaria evidenziando che “la mafia non è più quella di una volta ma resta quella di sempre”.

Sempre in tema di sicurezza il Questore ha emanato 1.754 ordinanze, sono stati effettuati 1456 servizi di ordine pubblico, con l'impiego di 7642 uomini del territorio, e 25.645 dei reparti di rinforzo.

ANTICRIMINE
Diversi i provvedimenti D.A.S.P.O.: 11 come divieto di accesso alle manifestazioni sportive e 10 come DASPO urbano. Inoltre: 527 sono stati i controlli effettuati a persone sottoposte a misure; 149 Avvisi orali; 35 fogli di via obbligatori; 67 sorveglianze speciali; 5678 sono stati i fotosegnalamenti effettuati dalla Polizia Scientifica; 219 i sopralluoghi tecnici e 209 esami speditivi su sostanze stupefacenti.


POLIZIA AMMINISTRATIVA
Importante anche il lavoro svolto dalla Divisione Polizia Amministrativa e Sociale che svolge un lavoro più burocratico ma di primaria importanza per i cittadini. “Abbiamo garantito la consegna dei documenti in tempi estremamente rapidi, spesso di gran lunga al di sotto della norma” dice soddisfatto il Questore. I numeri: 7.119 passaporti rilasciati, 234 controlli amministrativi effettuati: 1446 licenze PS rilasciate.

POLIZIA STRADALE E DI FRONTIERA

Assolutamente di rilievo l’attività svolta dalla Sezione di Polizia Stradale sempre presente sulle strade del territorio per garantire la sicurezza dei trasporti e sempre presente a dare il proprio contributo fondamentale in ausilio alla Questura nei servizi di Ordine pubblico. Questi i numeri: 3.394 pattuglie impiegate per servizi di vigilanza stradale, 10.925 i veicoli controllati, 11.914 persone controllate, 10.678 infrazioni accertate, 3.923 conducenti sottoposti a controlli etilometrici, 247 patenti di guida ritirate, 522 carte di circolazione ritirate.
La Polizia di Frontiera ha impiegato 2.276 pattuglie identificando 10.241 persone. Ha gestito 4.245 voli per un transito complessivo di 362.000 passeggeri.
Inoltre ha effettuato servizi in occasione dell’approdo in porto di 80 navi da crociera per un totale di 36.409 passeggeri.
Non meno importanti le attività svolte dalla Polizia Postale con 258 deleghe dell’A.G. e della Polizia Ferroviaria che ha controllato 3623 persone ed effettuato 943 servizi di vigilanza scalo e 900 scorte sui treni.