Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.
Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie. Cookie Policy   -   Chiudi
07/10/2019 15:17:00

San Vito Lo Capo, Enrico Rizzi vuole vederci chiaro sull'aggressione dell'Amstaff

 Enrico Rizzi vuol vederci chiaro e così il responsabile del Nucleo operativo italiano tutela animali ha chiesto di accedere agli atti relativi al grave episodio che si è verificato, sabato sera, a San Vito Lo Capo.

Un cane di razza Amstaff, simile al pitbull, ha azzannato e ucciso un cagnolino, staccando un dito al proprietario che era intervenuto in sua difesa. Enrico Rizzi ha chiesto di poter visionare la relazione stilata dagli agenti di polizia municipale. L'aggressione si è consumata in via Savoia. L'Amstaff, sfuggito verosimilmente al controllo del padrone, si è scagliato contro il cagnolino azzannandolo alla gola. Per la bestiola non c'è stato niente da fare, nonostante l'intervento del proprietario che assieme alla famiglia si trovava nella località balneare.

Rizzi vuol verificare se si configura il reato di omessa custodia nei confronti del proprietario dell'Amstaff e accertare, al tempo stesso, a cosa sia da imputare l'aggressività del cane.