09/11/2019 09:23:00

Lo Curto: "Mi muovo nell'interesse di Marsala. Nuccio, visione talebana della politica"

  “Daniele Nuccio è solo un ragazzo alla ricerca di protagonismo, vittima di una visione limitata e quasi talebana della politica, che gli impedisce di valutare che proprio la sinistra a cui si ispira è la responsabile del disastro non solo della città di Marsala, ma anche della Regione Siciliana che è stata governata da Crocetta, espressione e garante del sistema Montante.

Quella stessa sinistra che ha prodotto immensi disastri nel Paese, per i quali viene ripetutamente bocciata ad ogni appuntamento elettorale e che oggi governa con gli ex alleati di Matteo Salvini. Non so quindi quali valori ispirino il cieco giudizio di questo ragazzo quando si permette di attaccare l’onesto e trasparente tentativo da me operato di mettere al centro il superiore interesse della nostra Città, andando oltre ciò che può dividere sul piano politico i cosiddetti schieramenti e partiti. Nicola Fici è un giovane che stimo, un moderato che si è dissociato ed ha preso le distanze da dott. Di Girolamo, in tempo utile, diversamente da Nuccio che si è candidato e ne ha sostenuto la scarsa e inadeguata azione di governo, salvo prenderne le distanze quando è risultato fin troppo evidente il fallimento della sinistra. Non ci si salva nascondendosi dietro il dito e meno che mai mascherando di civismo il progetto del Pd di tornare a governare Marsala. Le dichiarazioni di questo ragazzo che sul piano personale mi lasciano indifferente, sul piano politico assumono una rilevanza significativa di chi è pronto a sacrificare il bene comune e la prospettiva di futuro a logiche di becero e squallido narcisismo politico.

A Fici suggerisco di guardare oltre gli schemi. Le libertà e i diritti dei cittadini si garantiscono abbattendo muri, non innalzando barriere e meno che mai vestendo i panni del giudice strabico che punta l’indice accusatore contro gli altri ma non è mai capace di guardare dentro il proprio recinto e fare una giusta e onesta autocritica. Fici metta a tacere i distruttori di dialogo e faccia avanzare, se vuole guadagnare la stima dei cittadini, valori fondamentali che in questi anni sono mancati come la comprensione e la condivisione. La città di Marsala ha bisogno di un Sindaco capace di essere leader di un progetto di sviluppo che va sostenuto dalle forze politiche che oggi governano la regione, di un uomo libero che sappia interpretare l’esigenza di riscatto sociale di chi è rimasto indietro e che soprattutto non sia ostaggio di chi con arroganza, supponenza e profonda ignoranza pensa che per guardare il mondo basti sbirciare dal buco della serratura della porta di casa. I talebani sono sempre nemici della democrazia e vanno combattuti senza se e senza ma. Questo ragazzo con le sue esternazioni esprime una cieca, aggressiva, distorta e mistificante visione della politica, propria di quella sinistra che pur di saldarsi al potere si allea col nemico, che prima era al governo con un altro nemico. Nuccio dica in quale mondo vive, perché se nega l’evidenza direi che nonostante la giovane età esprime il peggio della vecchia politica di una sinistra che fa vergognare chiunque si sia richiamato ai valori espressi da grandi statisti quali sono stati Nenni, Togliatti e Berlinguer”. Lo afferma Eleonora Lo Curto, capogruppo Udc all’Assemblea regionale siciliana.