13/11/2019 15:40:00

I danni del maltempo a Mazara e Petrosino. Scompare la spiaggia di San Leone

I forti venti di ieri hanno messo in ginocchio molte zone costiere della Sicilia. Alberi sradicati, strade inondate, pali della luce pericolanti si sono registrati a Mazara del Vallo e Petrosino. 

Il vice Sindaco di Mazara del Vallo Vito Billardello ha disposto la chiusura del Centro Operativo Comunale di Protezione Civile che era stato attivato lunedì mattina per l’emergenza maltempo.

Dopo la chiusura a titolo precauzionale delle scuole per le giornate di lunedì e martedì, ieri l’allerta diramata dalla Protezione Civile è scesa da arancione a gialla e pertanto le scuole oggi hanno riaperto regolarmente i battenti.

Il forte vento nella serata di ieri ha causato alcuni disagi. In particolare un albero è caduto nel lungomare Mazzini ed un altro è stato abbattuto dai vigili del fuoco in quanto pericolante. Su richiesta del Centro Operativo Comunale in raccordo con il vice sindaco che in questi giorni esercita le funzioni di Sindaco per la missione istituzionale del primo cittadino in Tunisia, i vigili del fuoco sono inoltre intervenuti nella via della Pace per mettere in sicurezza un palo della luce pericolante. La situazione è stata tenuta sotto controllo e non si sono registrati danni a cose o persone.

Nel portale della Protezione Civile è possibile consultare gli aggiornamenti dei bollettini meteo e le norme di comportamento.

A Petrosino particolarmente interessato il litorale con raffiche e mareggiate. Nella zona di Biscione alghe sulla strada e piazzale allagato. Questo il post del sindaco Gaspare Giacalone.

 

 

Il maltempo e l'erosione costiera hanno danneggiato gravemente diversi chioschi sulla spiaggia agrigentina di San leone.
Il mare ha anche aggredito la pista ciclabile del viale delle dune, ha danneggiato la condotta fognaria e ha scoperchiato i pozzetti delle fogne, a pochi metri dal mare.