29/11/2019 20:45:00

Ad Erice e San Vito sono stati stabilizzati lavoratori precari

 Dopo più di 25 anni di precariato, con l’approvazione del rendiconto finanziario da parte del Consiglio Comunale, 32 lavoratori del comune di Erice (vigili urbani, istruttori amministrativi ed educatori scolastici) saranno stabilizzati a tempo indeterminato part time a 18 ore.

Lo rendono noto Marco Corrao e Rosario Genco della Cisl Fp Palermo Trapani. “Questi lavoratori - aggiungono Genco e Corrao - per anni hanno vissuto nel limbo del precariato, svolgendo funzioni essenziali per i servizi che l'ente ha reso ai cittadini. Ringraziamo l’amministrazione comunale il massimo consesso civico e gli uffici preposti per aver concluso l'operoso e complesso iter burocratico, finalizzato alla imminente firma dei contratti individuali”. Secondo Genco e Corrao, “la pagina del precariato al Comune di Erice non può dirsi chiusa, mancano all'appello circa 70 lavoratori Asu e il nostro impegno sarà rivolto a garantire il loro diritto a un futuro dignitoso che non può che passare dalla stabilizzazione, anche attraverso un aumento delle ore lavorative e al raggiungimento del full time per la totalità del personale”. Rosario Genco e Marco Corrao vogliono lanciare un messaggio al governo nazionale: “Si sburocratizzi l'iter procedurale e si abbattano i vincoli di spesa per l’attuazione del fabbisogno del personale degli Enti Locali, in modo da permettere permettere in modo celere l’attivazione delle procedure di assunzione, di progressione di carriera e la definitiva stabilizzazione di tutto il precariato”.

 

San Vito Lo Capo è invece il primo Comune della Sicilia che stabilizza a 36 ore gli ASU, lavoratori impiegati, dalla fine degli anni ’90, in attività socialmente utili presso altre Pubbliche Amministrazioni. Questa mattina, a Palazzo Municipale, la firma dei contratti di lavoro a tempo indeterminato di 36 ore settimanali (full time). Presenti il sindaco Giuseppe Peraino, la giunta al completo con gli assessori Silvia Campo, Francesca De Luca, Franco Valenza e Nino Ciulla, la presidente del Consiglio Comunale Christina Fragapane ed il dirigente del I settore, Andrea Ferguglia. I 4 neo assunti sono Angela Pagoto e Angela Maranzano, provenienti dal Comune di Valderice, Vito Sardo dal Comune di Partanna e Annalisa Guggino, proveniente dal Comune di Castellammare del Golfo.

 

“La mia amministrazione – dichiara il sindaco Giuseppe Peraino -, grazie ad una buona programmazione, non solo ha evitato che la professionalità e l’esperienza acquisite da questi lavoratori precari venissero disperse, lasciandoli a casa dal 1° gennaio prossimo, ma ha colto il primo spiraglio normativo utile per la loro stabilizzazione, consentito dalla leggi regionali n.8/2017 ( articolo 11) e n.27/2016 (art.4. Comma2). La cosa che mi rende particolarmente soddisfatto- aggiunge il sindaco- è che siamo la prima amministrazione in Sicilia che è riuscita a stabilizzare davvero, facendo contratti a tempo pieno, ovvero di 36 ore, a questa categoria. Un traguardo che mi soddisfa grazie alle sinergie messe in campo dalla mia squadra amministrativa che è riuscita a coniugare le esigenze del Comune, garantendo servizi migliori ai cittadini, con la necessità di dare stabilità economica, sociale e morale a persone che da oltre 20 anni svolgono funzioni organiche negli Enti locali”.

Il sindaco Peraino ringrazia i primi cittadini di Valderice, Partanna e Castellammare del Golfo, rispettivamente Francesco Stabile, Nicolò Catania e Nicola Rizzo, per aver concesso la mobilità a questi lavoratori.



https://www.tp24.it/immagini_banner/1596708895-ct-20.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596443336-agosto-2020.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1596438976-saldi-estivi-50.gif