13/12/2019 19:20:00

A Salemi la band siciliana Vorianova per il tour "Cantautori tra le righe"

Il tour CANTAUTORI TRA LE RIGHE – PRETESTI D’INCONTRO farà tappa, grazie alla collaborazione della libreria L’ESAGONO, anche al CIRCOLO CULTURALE GIUSEPPE PEDONE di Salemi. Protagonista dell’evento, a ingresso libero e in programma per sabato 14 dicembre alle 18, sarà la band siciliana dei VORIANOVA.

Il gruppo racconterà attraverso i testi il disco PÀRTIRI, pubblicato dall’etichetta discografica Isola Tobia Label di Carlo Mercadante e dal quale è stato appena estratto il secondo singolo AFFACCIA CORI MIU. All’incontro, moderato da Vincenzo Angelo, prenderà parte una delegazione della sezione dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti di Trapani. Da circa un anno infatti, l’Uici trapanese ha formato la PUNTI DI VISTA BAND, composta proprio da musicisti amatoriali ipovedenti.

Obiettivo del tour CANTAUTORI TRA LE RIGHE, che coinvolgerà a seguire pure altri artisti dell’etichetta, è quello di dare massima attenzione ai testi letterari che di una canzone sono la parte narrante, il messaggio che un autore cerca di proporre al pubblico. L’ESAGONO è una cartolibreria nata nell'estate del 2013 nel centro storico di Salemi ed è l'erede naturale della storica libreria Paiella, che per tanti anni ha accompagnato diverse generazioni di studenti e di lettori, di artisti e professionisti, fornendo cancelleria, libri scolastici, opere di narrativa e saggistica e materiale da disegno.

La tradizione continua nel rinnovamento, con una nuova sede, in via Amendola 41, e con una nuova gestione, con la speranza di non tradire le attese e di contribuire, con modestia, alla vita culturale salemitana. Il CIRCOLO CULTURALE GIUSEPPE PEDONE si trova vicino al centro storico della città ed è sede delle sezioni locali di Anci e Anpi; inoltre ospita al suo interno una biblioteca. I VORIANOVA sono una band di Isnello (PA), la cui cifra musicale s’identifica nella canzone d’autore dialettale siciliana, reinterpretata però attraverso un folk raffinato lontano dalla tradizione e più tendente al word progressive.