23/12/2019 18:41:00

Le Ferrari sbarcano a Trapani e ritorna il “mattatore” Leo Isolani. La nostra intervista

11 anni di successi, 263 podi, 139 vittorie, 16 Coppe e Trofei CSAI, 4 titoli Europei GT Montagna, Campioni Italiani CIVM GT 2011. Parliamo di Leo Isolani, presente al primo ritrovo Scuderia Ferrari Club Sicilia a Trapani organizzato dalla Scuderia Ferrari Club di Trapani, appena istituito.

Lo abbiamo intervistato per voi e ci ha svelato il suo progetto e la sua infinita passione per le rosse di Maranello.

Sei cittadino onorario di Trapani, ospite d’onore in questo ritrovo. Direi che c’è un legame speciale con questa città.

L.I.La Sicilia per me è una terra fantastica. Ho tanti amici. Qui ho partecipato alla Monterice per una decina di anni e ogni volta che scendevo era motivo non solo di partecipazione alla gara ma anche di svago perché c’è un calore di pubblico fantastico”.

Con la tua presenza hai sostenuto l’iniziativa del Presidente Carmelo Martinico e varato il Club Ferrari di Trapani

L.I.Dopo tanti anni di Ferrari è chiaro che la passione Ferrari è gigantesca. Correre con le rosse è una cosa che mi ha dato tantissimo e io ho dato tanto alla Ferrari perché ho vinto tantissimi campionati e tantissime gare. Quando Carmelo, il Presidente, mi ha chiamato perché voleva fossi qui insieme alle rosse, insieme a questi amici, non ci ho neanche pensato. Ho detto “Sì ok vengo, mi fa molto piacere” soprattutto perché è anche uno stimolo da parte mia magari a un ritorno”.

Secondo te, l’amore per la Ferrari per il suo marchio nella gente è rimasto inalterato?

L.I.Sì, l’amore per la Ferrari è una passione che ti viene dal cuore e coinvolge tutti. Quando passa una Ferrari non puoi non notarla, anche solo se senti il sound provi una grande emozione e ti trasmette questa enorme passione per questo marchio, che è un marchio importante ed è un marchio italiano. E questa passione è viva nella gente. E’ chiaro che da pilota aver guidato una Ferrari è stata una forte emozione e ancora di più ogni volta che vincevo”.

Delle Ferrari presenti quale ti piacerebbe provare o riprovare, visto che le avrai guidate tutte?

L.I.Diciamo che ne ho provate tantissime di Ferrari! Però è chiaro che quando sono qui e vedo le Ferrari mi scende l’adrenalina nel sangue e magari ho già il pensiero di guidarne una …”.

E qui quale ti stimola?

L.I.Ho visto un 488 che mi piace molto perché è una macchina sportiva con tanti cavalli. C’è la F12 che è una macchina molto bella. Ma son tutte belle…è difficile! Salirei su tutte”.

Quindi rischiamo di vederti saltare su una Ferrari e andare a farti la cronoscalata in solitaria?

L.I.Eh ci sto lavorando”.

Ah quindi ci sarà un ritorno?

L.I.Sto lavorando su un progetto molto bello. Vediamo se andremo avanti per chiudere al meglio e andare a fare il campionato …ma non solo! Voglio legare il racing alla passione. Ci sono tutte queste novità! Vediamo come procedere ma sono abbastanza soddisfatto di come procede il lavoro”.

Allora ti verremo a cercare per fare il punto!

L.I. Certo! Io saluto tutti e auguro a tutti, visto che siamo sotto le feste, un buon Natale e Felice Anno Nuovo .. e dico sempre “credete ai sogni perché i sogni si possono avverare!

testo e intervista a cura di Anna Restivo

fotogallery di Davide Salerno