16/01/2020 06:00:00

Marsala, Flavio Coppola: "Io e Giovanni Sinacori sosteniamo Fici se si candiderà..."

 Flavio Coppola, consigliere comunale di Marsala, qual è il ragionamento politico suo e del suo collega Giovanni Sinacori per le elezioni del 2020?

Il nostro ragionamento è quello che abbiamo esternato più volte, una aggregazione centrista che non ci accomuni né con la Lega né con Fratelli d’Italia. Abbiamo partecipato qualche volta ad un tavolo di moderati che fanno politica, nel bene e nel male c’è gente che fa politica sempre non solo in campagna elettorale. Tutte le idee possono essere accettabili, il problema è se sono attuabili. Noi ci siamo confrontati con le persone che riteniamo essere moderati e che come noi si sono ribellati alle scelte imposte dai partiti come l’UDC che un giorno è a sinistra e l’altro a destra. In Italia non c’è un centro forte, se andiamo a sinistra il Pd è eccessivamente presente, oggi è Italia Viva che rappresenta il centro, dall’altra parte c’è un centro destra che è a trazione Lega. Rimaniamo dell’idea che la giunta debba essere non compiacente ai deputati regionali ma deve essere il parlamentare a servizio della giunta comunale che potrà anche essere di sinistra.

Lei e Sinacori non avete partecipato alla riunione del notaio Salvatore Lombardo, è corretto?

Si, l’invito è stato mandato a Sinacori non da Salvatore Lombardo, a cui va la mia stima, ma da un altro soggetto. Noi abbiamo ritenuto di non dovere partecipare ad altri ragionamenti o tavoli, dobbiamo chiarire le idee all’interno di quella aggregazione che abbiamo prima costituito. Fino a quando ci sarà quel soggetto politico, tra Fici e Ruggieri, non parteciperemo ad altri ragionamenti.

Come vede la candidatura di Salvatore Ombra?

Sono un suo amico, è un imprenditore che è riuscito ad emergere anche grazie a quello che ha fatto all’aeroporto. Oggi è presidente Airgest e sta facendo benissimo il suo compito, per essere sindaco ci vuole una convergenza politica e ci sono delle difficoltà perché identificato con il presidente Musumeci.

Ma lei come vedrebbe questa candidatura?

Quando la nostra aggregazione, composta da me, Sinacori, Fici, Grillo, Ruggieri, si è riunita aveva indicato una rosa di nomi come candidato sindaco. I due nomi erano e sono Fici e Sinacori, Sinacori non può per questioni di salute, rimane candidato Fici. Se Fici dovesse non essere più candidato allora Ombra potrà diventare il nostro di candidato.

A che punto è la lista?

La nostra lista Iniziativa Democratica Popolare andrà in appoggio a Fici se si candiderà, tra i candidati ci sarò io e Sinacori, ci sono poi altri soggetti che si vogliono misurare per la prima volta.

Queste sono le prime elezioni amministrative senza partiti, Alberto Di Girolamo si è candidato da segretario del Pd che aveva pure tanti iscritti. Oggi queste basi non ci sono più, non c’è più nulla. Mai come stavolta il candidato sindaco si dovrà andare a raccogliere i pezzi uno per uno, no?

Certo. Io ho seguito la campagna elettorale a Mazara di Salvatore Quinci, vince con una serie di liste civiche trasversali e ha prevalso sul candidato di centro destra, ricordiamo che il Pd non presentò simbolo, Forza Italia e Udc non hanno preso nemmeno il 5%. Il simbolo oggi è un deterrente.

Coppola la sua lista avrà un simbolo in tandem o raccoglierete le firme?

Il simbolino potrebbe avere una sua giustificazione per evitare la raccolta delle firme, ma sono sicuro che i 24 nostri candidati saranno tutte persone convinte.

Il voto è fluido…

Lo abbiamo visto con il M5S che era il primo partito d’Italia e oggi è il terzo. Tutti si scoprono leghisti, come si ritrovano leghisti? Dobbiamo parlare di immigrazione o di devoluzione?