08/02/2020 16:24:00

La sfida salvezza contro Sassuolo è incrocio pericoloso per la Sigel Marsala

 "Non ci si può esimere dal non provarci anche se la salita è ripida e tutto fuorchè agevole". Dopo due domeniche lontano da gare ufficiali, la Sigel Marsala entra nel vivo del primo scontro diretto della subentrante seconda fase. In questo frattempo, c'è stata la composizione del calendario di ulteriori dieci giornate e finanche è stata stilata la nuova classifica di Poule Salvezza che vede le azzurre dietro a tutte le avversarie da fronteggiare.

 

Senza altri giri di parole: il tempo è nemico e ogni giornata che si archivia è un turno in meno che si possiede per tentare di uscire dalle sabbie mobili. Si deve correre in questa post-season, in quanto si tratteranno tutte di finali da qui al prossimo 11 aprile.

La rincorsa parte dal PalaPaganelli di Sassuolo (Modena) domenica con la prima apparizione ufficiale del corso targato Daris Amadio. Bisogna esigere un cammino esterno completamente di tutt'altra portata (nove defaillances su nove gare complessive della stagione regolare, con il corrispettivo di un solo punto portato a casa nell'esterna contro Baronissi, ndr). La spedizione lilybetana in Emilia è quindi alla ricerca di quel "quid" in trasferta (inseguito a lungo e più volte nella stagione regolare finora senza riscuotere successo) tale da portare in proprio favore l'esito dell'incontro. Indossare "elmo e ascia da guerra" (in senso figurato, ndr) al fine di giocare partita per partita al massimo, con il giusto piglio e, essendo la Sigel Marsala Volley un roster dall'età media bassa ma non bassissima, aggiunta alla predisposizione del caso che si richiede per non buttare via i sacrifici di una annata. A tal proposito si chiede alle "Senatrici" azzurre (Bertaiola, Colarusso, Lorenzini, Laragione e Vallicelli) di serrare le fila e fungere da "guide" nei confronti delle compagne più giovani, indicando la strada da percorrere.

Volendo indirizzare il discorso sull'avversario di giornata, la Green Warriors Sassuolo è una squadra giovanissima e dalla regular-season si è portata dietro 14 punti che sono frutto di 5 vittorie (una "piena" da tre punti e quattro al tie-break) e si tratta del sestetto immediatamente più a ridosso in graduatoria. Neroverdi che hanno messo in atto due "tagli" nel mercato di gennaio: Giulia Pincerato, palleggiatore classe 1987 accasatosi alla Exacer Montale e mandato in regime di svincolo Tatjana Fucka, centrale classe 1999 (diversi la ricorderanno per il suo breve e sfortunato trascorso alla Sigel nella parentesi della stagione passata, ndr). In entrata, da poche settimane fa parte delle fila di coach Enrico Barbolini il palleggiatore classe 1999 Giulia Galletti, fresca ex di giornata e la quale ha compiuto la strada del ritorno in Emilia (già a Sassuolo nella stagione di A2 2018/2019) via Marsala. Tra i volti nuovi non solo Galletti, ma anche Ilaria Garzaro, centrale classe 1986 che arriva dalla A1 di Caserta. Il suo curriculum parla da sè: sedici stagioni in Serie A1, tre Scudetti, due Coppe CEV, due Supercoppe italiane, una Coppa Italia. Altri elementi degni di menzione sono Francesca Fava, centrale piacentina del 1998 giá in A2 nella edizione scorsa con la maglia di Acqua & Sapone Roma; Serena Scognamillo, libero classe 2001 provenienza Volleyró CdPazzi e Martina Ghezzi, anch'ella 2001. Ruolo schiacciatrice, arrivata nel 2016 dalla Amatori Volley Orago al Volleyró, da capitano delle romane vince tre scudetti consecutivi nella categoria Under 18 e ha fatto parte del roster che lo scorso anno ha affrontato il campionato nazionale di B1. Il capitano di questo team è Lea Cvtenic, classe 1999 e prima storica giocatrice straniera di Sassuolo. È una schiacciatrice croata ed arriva dal biennio in seconda serie nazionale. Lo scorso anno ha militato nella Acqua & Sapone Roma. La stagione prima, nel 2017/2018 nella Volalto Caserta. E direttamente da Caserta con il quale ha centrato la promozione in A1 dopo la disputa dei Play/Off arriva Rebecka Fucka, centrale sorella gemella di Tatjana. Mentre Benedetta Mambelli, classe 1995 schiacciatrice ed il libero prodotto di casa Emma Falcone, classe 2003 sono le uniche "superstiti" della passata stagione.

Le sigelline per questa prima trasferta della nuova fase potranno contare sul supporto e sul tifo spassionato di una delegazione de "Gli Irriducibili" che sarà rappresentata nel settore a loro dedicato del PalaPaganelli dal capoultra Eros Salvo Faxy. Per le azzurre un incentivo e uno sprone a fare bene e gettare il cuore oltre l'ostacolo prima, durante e dopo il match.

Da casa, come di consueto, gli aggiornamenti punto a punto saranno curati dal sito della Lega Volley femminile (www.legavolleyfemminile.it) oltre che dalla pratica applicazione “Livescore Lega Volley femminile”, grazie alla quale è possibile in tempo reale avere contezza dei risultati degli altri match del lotto ”Salvezza". Il via allo scontro diretto per la bassa classifica tra Green Warriors Sassuolo e Sigel Marsala domenica 9 febbraio sarà dato regolarmente in orario federale (h. 17.00).

È stata inoltre resa nota la coppia di arbitri che al PalaPaganelli domenica pomeriggio dirigeranno le operazioni di gioco. Saranno i sigg. Andrea Clemente di Parma e Alberto Dell'Orso di Montesilvano (Pescara).

Emanuele Giacalone



  • Tp24 Tv
  • RMC101
  • Podcast
  • Inchieste