24/09/2020 06:00:00

Aumentano i morti, ma anche i guariti. Le ultime sul virus 

16,45 - Coronavirus giù, oggi, in provincia di Trapani. Stando ai dati dell'Azienda Sanitaria Provinciale, infatti, si registra un arretramento del virus, con minori contagiati rispetto ad ieri.

Significa che aumentano i guariti, che sono di più dei nuovi casi. Ci sono stati infatti 23 guariti e, purtroppo, come abbiamo scritto già ieri, anche un nuovo decesso. Ci sono 7 nuovi casi. E quindi il bilancio è di 17 positivi in meno.

Questo il dettaglio.

Totale casi attuali positivi 281 (il dato è al netto di decessi e guarigioni) così distribuiti:

Alcamo 30; Buseto Palizzolo 16; Calatafimi-Segesta 11; Campobello di Mazara 0; Castellammare del Golfo 7; Castelvetrano 16; Custonaci 4; Erice 22; Gibellina 0; Marsala 34; Mazara del Vallo 8; Paceco 0; Partanna 11; Poggioreale 1; Salaparuta 2; Salemi 48, Santa Ninfa 9; Trapani 45; Valderice 8; Vita 2, San Vito Lo Capo 2; Petrosino 5.
Ricoverati in Terapia Intensiva -1
Ricoverati non in Terapia intensiva – 14
Guariti - 196
Isolamento domiciliare obbligatorio – 266
Decessi – 8
Totale tamponi effettuati – 29.650
Test sierologici su personale sanitario – 10.388
Test per ricerca antigene – 3.279

TRAPANI. Migliorano le condizioni di salute di padre Vincenzo Seidita, il parroco della parrocchia San Francesco d’Assisi a Trapani risultato positivo al coronavirus. Il padre conventuale si trova in isolamento, insieme alla sua comunità religiosa, presso la sede del Convento, monitorato dalle "Unità Speciali di Continuità Assistenziale" (U.S.C.A.) dell'Asp di Trapani per la gestione dell’Emergenza Covid-19.

 

“Padre Vincenzo sta meglio e ringrazia tutti coloro che stanno pregando per la sua salute, dice il vicario generale della Diocesi don Alberto Genovese che ha provveduto a concordare presso altre chiese della città, con famiglie e nubendi, il regolare svolgimento dei sacramenti della Cresima, della prima comunione e del matrimonio.

I fedeli che frequentano abitualmente la comunità sono stati invitati a partecipare alle celebrazione eucaristiche presso le altre parrocchie del centro storico cittadino in attesa della riapertura della chiesa in totale sicurezza.

 

08,40 - E' ricoverata in ospedale a Mazara la donna di Marsala, incinta di nove mesi, che ha contratto il coronavirus. Non è grave, e questo va precisato perchè ieri, come sempre, in città si diffondevano le notizie più disparate. A precisarlo è il marito, il fotografo Fabrizio Giacalone.

"Il coronavirus ha colpito la mia famiglia, nonché mia moglie che in questo momento si trova in dolce attesa - racconta -. C'è chi dice che io sono positivo, chi dice che mia moglie è ricoverata a Palermo, insomma ognuno dice la sua. I fatti stanno che mia moglie è ricoverata in ospedale ma non è grave, sia io che i miei figli siamo in quarantena ma non abbiamo alcun sintomo e siamo in attesa che ci venga fatto il tampone".

  07,25 -  Due nuovi casi di Coronavirus a Mazara del Vallo. Si tratta di due donne, madre e figlia, che sarebbero venute in contatto con un'altra persona positiva.

Una volta appreso della positività di quella persona, le due si sono sottoposte a tampone che ha dato esito positivo. Entrambe, mamma e figlia, si trovano in isolamo domiciliare. 

06,00 - Risalgono i nuovi positivi al Coronavirus nel Trapanese. Sono 298 in totale le persone contagiate dal virus. Ieri si è registrato un nuovo decesso a Salemi, una donna che viveva in una casa di riposo.  

I dati nel trapanese - Rispetto a martedì si sono registrati 11 nuovi positivi al Covid, e 5 guariti. Mentre sono stati effettuati circa 200 tamponi, in calo rispetto ai giorni scorsi quando se ne effettuavano 400 al giorno. Trapani con 50 e Salemi 48 restano le città con più casi di Covid 19, seguite da Marsala 35 e Alcamo 33. 

I 298 sono così distribuiti: Alcamo 33; Buseto Palizzolo 21; Calatafimi-Segesta 13; Campobello di Mazara 0; Castellammare del Golfo 6; Castelvetrano 16; Custonaci 2; Erice 21; Gibellina 0; Marsala 35; Mazara del Vallo 11; Paceco 0; Partanna 11; Poggioreale 1; Salaparuta 2; Salemi 48, Santa Ninfa 10; Trapani 50; Valderice 8; Vita 2, San Vito Lo Capo 3; Petrosino 5. I ricoverati non in terapia intensiva sono 13 i guariti 163, in isolamento domiciliare obbligatorio 285 e i decessi sono 8.  Totale tamponi effettuati 29.471, test sierologici su personale sanitario 10.302, test per ricerca antigene – 3.131. 

Nuovo decesso a Salemi e l'appello del sindaco Venuti - Ieri come dicevamo a Salemi c'è stato un nuovo decesso. Una donna è morta nella struttura assistenziale che la ospitava. A darne notizia è stato lo stesso sindaco di Salemi, Domenico Venuti, che qualche ora prima aveva confermato l'aumento dei casi nella sua città che passano da 42 a 48. Il primo cittadino invita a proseguire con il rispetto delle regole anticovid, ricordando di non lasciare la mascherina, di rispettare la distanza di sicurezza e di igienizzare spesso le mani.

Donna incinta di Marsala ricoverata a Mazara - E ieri c'è stato il secondo ricovero a Mazara. Si tratta di Una donna, incinta al nono mese di gravidanza, è risultata positiva al coronavirus a Marsala. La donna è stata ricoverata al reparto covid dell'ospedale di Mazara, "inaugurato" ieri. E' la seconda paziente, in soli due giorni, che occupa il reparto. Il primo ad essere stato ricoverato era stato un uomo, di 60 anni, di Petrosino. La donna ricoverata è moglie di un fotografo che lavora per tanti eventi, e a Settembre ha fatto diversi servizi per comunioni e cresime e ora attende l'esito del tampone. 

I dati siciliani - Sono 89 i positivi registrati ieri (martedì erano stati 108). Di questo 9 sono gli ospiti della Missione Speranza e Carità di Palermo e un migrante dell'hotspot di Lampedusa. Aumenta nel'Isola però il numero delle vittime. Sono ben tre in 24 ore, per un totale di 303 dall'inizio della pandemia. Attualmente sono 2412 i positivi di cui 230 ricoverati in ospedale, 16 in terapia intensiva e 266 in isolamento domiciliare. Cresce anche il numero dei guariti, + 64 rispetto alla giornata di ieri.

Arrivati i tamponi Rapidi - Sono arrivati e sono già a disposizione di ospedali e ASP siciliane i primi tamponi rapidi. Il pronto soccorso dell'ospedale palermitano Cervello ne ha ricevuti cinque mila e sono già stati usati, anche se vengono al momento usati in parallelo con quelli tradizionali per verificare l'esattezza. All'Asp di Palermo sono stato consegnati 150 mila tamponi che, fanno parte del primo carico di un milione ordinati dalla Sicilia. L'assessore Razza dice che saranno utilizzati nelle scuole, ma anche nelle carceri o nelle strutture di Biagio Conte.  

Dati italiani - Sale l'incremento dei contagiati dal coronavirus in Italia ma con il record di tamponi effettuati: nelle ultime 24 ore si sono registrati 1.640 nuovi casi (dunque circa 250 più di ieri) però con 103.696 tamponi, il numero più alto dall'inizio dell'emergenza e oltre 16mila in più rispetto a ieri. Il totale dei contagiati, comprese vittime e guariti, sale così a 302.537. In aumento anche l'incremento delle vittime: dalle 14 di martedì alle 20 di oggi per un totale di 35.758. In nessuna regione si registrano zero casi.



https://www.tp24.it/immagini_banner/1603734674-dacia-sandero-ott.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1602746785-iniziamo-a-sistemare-ott.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1603467308-solare-termico-sicilia.gif