04/05/2021 06:00:00

Covid. Curva in discesa in Sicilia. Trapani sotto i mille casi. "Vaccini agli under 60"

Covid in discesa in Sicilia e in provincia di Trapani. Anche se lentamente. Sono giorni in cui la curva verrà tenuta sotto attenzione per capire se scatterà dalla prossima settimana la zona gialla anche in Sicilia, che consentirebbe a sostanziali riaperture. Intanto continua la campagna vaccinale e si fa sempre più insistente l’ipotesi di cominciare a pensare a vaccinare anche gli under 60.


I dati trapanesi
Scende sotto quota mille il conto degli attuali positivi in provincia di Trapani. Diminuiscono anche le persone ricoverate. Si registrano 4 nuovi decessi nel fine settimana. Sono i dati sul Covid in provincia di Trapani aggiornati al 3 Maggio 2021.
Sono 998 gli attualmente positivi (erano 1034 venerdì)
Ecco i positivi per città: Alcamo 262 (erano 252 venerdì); Buseto Palizzolo 3; Calatafimi-Segesta 26; Campobello di Mazara 5; Castellammare del Golfo 52; Castelvetrano 53; Custonaci 7; Erice 42; Favignana 0; Gibellina 10; Marsala 362 (erano 397 venerdì); Mazara del Vallo 6; Paceco 30; Pantelleria 7; Partanna 1; Petrosino 21; Poggioreale 1; Salaparuta 0; Salemi 14; San Vito Lo Capo 18; Santa Ninfa 0; Trapani 70; Valderice 8; Vita 0.
Totale casi attuali positivi 998
Deceduti in totale 315
Guariti in totale 11.790
Ricoverati in Terapia intensiva attuali 4
Ricoverati del territorio in Terapia non intensiva attuali 49
Totale tamponi, dato parziale: 273
Tamponi per ricerca antigene: 337

 

La situazione siciliana
Sono 734 i nuovi contagi da coronavirus in Sicilia, secondo la tabella del bollettino di ieri, 3 maggio. Registrati inoltre altri 20 morti, che portano il totale delle vittime nella Regione da inizio pandemia a 5.443. Gli attuali dimessi/guariti sono 180.595 (+540) mentre gli attuali positivi sono 24.955 (+174).
La distribuzione tra le province vede in testa Palermo con 445 nuovi casi seguita da Catania con 99, poi da Messina con 61, Siracusa 35, Caltanissetta 31, Ragusa 28, Trapani 25, Agrigento ed Enna 2 per ciascuna provincia.

 


Un Comune in “zona rossa” e una revoca
Istituita una nuova "zona rossa" in Sicilia. Si tratta di Corleone, in provincia di Palermo. Lo prevede un'ordinanza del presidente della Regione Nello Musumeci, appena pubblicata.
Il provvedimento, adottato su richiesta del sindaco e a seguito della relazione sanitaria dell’Asp palermitana, si è reso necessario a seguito dell’aumento considerevole del numero di positivi al Covid.
Le restrizioni scatteranno da mercoledì 5 maggio e resteranno in vigore fino a mercoledì 19 maggio.

Revocata invece, con 48 ore di anticipo, la "zona rossa" per il Comune di Mussomeli, in provincia di Caltanissetta, per cui la scadenza era fissata a mercoledì 5 maggio.

Il provvedimento, infine, proroga fino al 31 luglio l'efficacia dell'ordinanza del Presidente della Regione n.14 del 18 febbraio 2021, con cui i Medici di medicina generale e i Pediatri di libera scelta sono chiamati a supportare le Asp nella gestione dei pazienti positivi al Covid (o presunti tali) rientranti in determinate categorie, e attraverso l'attivazione delle relative procedure di screening.

Il Covid in Italia
Sono ancora in calo i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, 5.948, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 9.148.
Sono invece le 256 vittime in un giorno (ieri 144).
Sono 121.829 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i test erano stati 156.872. Il tasso di positività è del 4,9%% (ieri era al 5,8%).
I pazienti ricoverati terapia intensiva per il Covid in Italia sono 2.490, in calo di 34 unità rispetto a ieri nel saldo quotidiano tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 121 (ieri 109). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 18.395 persone, in aumento di 50 unità rispetto a ieri.
Con i 13.038 registrati ufficialmente nelle ultime 24 ore i guariti dal Covid-19 e dimessi in Italia superano i 3 milioni e mezzo, secondo i dati del ministero della Salute. Sono esattamente 3.505.717.

Made with Flourish

Ipotesi vaccini agli under 60
"Vaccineremo a brevissimo gli atleti che devono andare a fare le olimpiadi, perché questo è un segno dell'Italia che riparte". Così il Commissario per l'emergenza Covid, Francesco Figliuolo, all'inaugurazione dell'hub vaccinale allestito al polo acquatico a Roma.
Si sta valutando - ha detto Figliuolo - di estendere Astrazeneca alla "classe di età inferiore ai 60, questo sulla base degli studi.
Ne sto parlando con Iss e con il Cts dell'Aifa". "I vaccini vanno impiegati tutti - ha sottolineato Figliuolo - Astrazeneca è consigliato a determinate classi ma l'Ema dice che va bene per tutti. Ci sono effetti collaterali ma sono infinitesimali. Se non impieghiamo tutti i vaccini il ritmo della campagna non raggiunge gli obiettivi nei tempi prefigurati".