16/09/2021 18:00:00

Scuola, gli auguri agli studenti di Musumeci e delle amministazioni di Marsala e Alcamo

 Iniziato questa mattina il nuovo anno scolastico in Sicilia. Il presidente della Regione Nello Musumeci ha rivolto il suo augurio agli studenti, auspicando che tutto il nuovo anno possa svolgersi serenamente e senza interruzioni dovute al Covid.

Qui il messaggio del presidente della Regione: "«Comincia il nuovo anno scolastico in Sicilia e l’impegno che oggi tutti dobbiamo assumere è far sì che le attività scolastiche proseguano, senza interruzioni, fino a giugno. Troppo alto, infatti, è stato il prezzo pagato dagli studenti nei lunghi mesi di didattica a distanza imposta dal Covid. La organizzazione della scuola nella nostra regione è assolutamente in linea con i parametri nazionali. Le ragazze e i ragazzi hanno diritto di vivere pienamente l’ambiente scolastico, di tornare a socializzare e a fare comunità. Auguro loro tutte le fortune, con l’avvertenza che rispettare le norme contro il Covid costituisce una garanzia per tutti: per il diritto alla salute e per il diritto allo studio. Desidero salutare e ringraziare anche i dirigenti scolastici, il corpo docente e tutto il personale della scuola, perché senza il loro impegno sarebbe stato difficile consentire lo svolgimento dello scorso anno di lezioni. Quindi, buon anno scolastico a tutti, con l'augurio che anche la Sicilia possa tornare, assieme a tutte le altre regioni italiane, alla normalità di cui abbiamo bisogno». 

Marsala, il messaggio del sindaco Grillo e dell'assessore alla Pubblica Istruzione Antonella Coppola: “È con particolare affetto che vogliamo augurare, a nome dell'Amministrazione Comunale, un buon anno scolastico a tutti coloro che vivono, quotidianamente, la grande e preziosa avventura dell'educazione e della formazione. Il nostro pensiero va a tutti gli studenti, dai più piccoli ai più grandi, alle loro famiglie, ai docenti, al personale e ai dirigenti scolastici.

L'inizio del nuovo anno scolastico costituisce un'occasione per riflettere sull'importanza del ruolo della scuola nella nostra società. In particolar modo, in questo periodo, in cui si avverte forte il bisogno di luoghi capaci di mettere al centro della formazione l’individuo per renderlo capace di buone relazioni interpersonali. In quest’ottica sono prioritarie l’educazione civica, l’attenzione all’ambiente ed ai beni comuni come impegno a prendersi cura insieme del pianeta Terra.

Tutti vogliamo fortemente che questo sia l’anno scolastico del definitivo ritorno alla normalità, l’anno che ci consenta di tornare a vivere la scuola come il luogo della crescita e della socializzazione. Siamo però chiamati ancora ad un grande senso di responsabilità; dobbiamo proseguire lungo questo percorso, ricordando che anche grazie al successo della campagna vaccinale la scuola può finalmente tornare ai ritmi dell’attività in presenza. Gli alunni sono il futuro che va costruito adesso. A loro diciamo: <Non placate mai la vostra sete di conoscenza>.

Alcamo, la lettera inviata alle scuole da parte dell’Amministrazione “inizia un nuovo anno scolastico carico di attese, di scoperte, sempre emozionante, sia per gli studenti che per gli insegnanti che potranno incontrarsi in classe fin dal primo giorno di scuola. Infatti, nonostante l’emergenza socio/sanitaria sia ancora in corso, grazie alle misure adottate da tutte le istituzioni preposte, sarà possibile frequentare le lezioni in presenza, vedersi, dialogare, insomma riappropriarsi delle relazioni umane che sono prioritarie per tutti, sia per i ragazzi che per gli adulti. Naturalmente si ricomincia nel rispetto scrupoloso delle regole e delle precauzioni che conosciamo bene, perché la salute di ognuno, ragazzi, docenti, personale scolastico ha la priorità assoluta.
Durante il periodo estivo abbiamo lavorato affinché le scuole potessero riaprire in sicurezza per accogliere i nostri studenti e tutto il personale scolastico. Anche quest’anno, quindi, è una scommessa dimostrare che la scuola sa andare avanti, assolvendo al suo straordinario ruolo di formare ed indirizzare i giovani, accompagnandoli in un cammino di crescita civica e culturale”.

E in occasione dell'inizio dell'anno scolastico, il Presidente della Commissione regionale antimafia Claudio Fava ha rivolto un messaggio di auguri ai docenti, ai dirigenti, al personale e agli studenti siciliani: "Alla scuola siciliana oggi vanno riconosciute l'urgenza e la responsabilità di essere lo strumento più efficace nel contrasto a Cosa Nostra - scrive Fava.
"Liberare un popolo dall'umiliazione delle mafie è una sfida che comincia nelle aule scolastiche imparando a leggere e comprendere la vita, affinando pensieri critici, senso civico, consapevolezza di doveri e diritti, tolleranza, generosità, curiosità, libertà interiore. Senza questa scuola, senza questa determinazione civile, saremmo destinati a soccombere."
"Domani, primo giorno di lezioni nelle scuole siciliane - continua il parlamentare - desidero che, da parte mia e della Commissione che ho la responsabilità di presiedere, arrivi il calore di un ringraziamento e l'augurio di buon lavoro a tutti gli insegnanti, al personale non docente, ai dirigenti scolastici e ai ragazzi siciliani. Se un tempo nuovo arriverà per questa terra, nascerà tra quei banchi".
 

 


 



Medicina e Chirurgia | 2021-11-26 09:09:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Quando bisogna andare dal cardiologo?

La prevenzione spesso rappresenta la nostra salvezza, soprattutto in alcuni ambiti, pertanto, il nostro obiettivo è di sensibilizzare le persone a prendersi cura della propria salute e di quella dei propri cari, attraverso...

https://www.tp24.it/immagini_banner/1638288574-campagna-9-di-12.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1637226535-istituzionale-9-di-9.gif
https://www.tp24.it/immagini_banner/1638032102-istituzionale-5-di-6.gif
<