×
 
 
30/12/2021 20:49:00

Il coronavirus ferma il Natale ad Erice. Nuovi provvedimento del Sindaco Toscano

 Il cartellone di eventi del Natale di Erice è stato sospeso a causa dell’aumento dei contagi e per la necessità di evitare assembramenti.

Il sindaco Daniela Toscano e l’assessore al Turismo Rossella Cosentino hanno comunicano la sospensione degli appuntamenti di «EricèNatale» a seguito dell’emanazione del «Decreto festività» del Governo Draghi e della comunicazione dell’Asp di Trapani del 28 dicembre.


Ecco la loro nota: «Abbiamo deciso, seppur con grande rammarico, di sospendere gli eventi e le manifestazioni di EricèNatale dopo la ricezione di una nota dall’Asp di Trapani. L’Amministrazione comunale ha fin qui cercato di garantire alla cittadinanza l'opportunità di vivere l’atmosfera del Natale. Purtroppo i dati degli ultimi giorni relativi al contagio da Covid-19 sono preoccupanti: il virus torna a diffondersi con estrema velocità, ed è quindi necessario evitare ogni occasione di contagio. Siamo accanto alle attività commerciali e ristorative, agli operatori del comparto turistico di Erice, ai visitatori che avevano deciso di trascorrere le loro vacanze ad Erice, ma soprattutto ai nostri concittadini: vi chiediamo buon senso e collaborazione. Siamo profondamente dispiaciute. Ci teniamo a ringraziare tutti, gli enti, le scuole e le associazioni che si sono messi in gioco e hanno dato anima e corpo alla nostra Erice durante il periodo natalizio. Numerosi eventi – nel pieno rispetto del distanziamento e delle normative finora vigenti – sono andati a buon fine, abbiamo regalato più di un sorriso, e questa è la cosa più bella che ci resta. Per gli altri eventi in programma preparati con impegno e dedizione, li rinviamo a nuove date e speriamo ci sia presto la possibilità di poterli svolgere perché abbiamo tutti bisogno di tornare alla normalità e goderci quei momenti di musica, arte, teatro e cultura. I siti culturali e artistici di Erice continueranno a essere fruibili, come da convenzione. Rimaniamo comunque in attesa delle nuove rimodulazioni e direttive del governo nazionale e del comitato tecnico scientifico, dopo le riunioni previste in queste ore».

La sindaca di Erice Daniela Toscano, ha disposto nuove misure di prevenzione finalizzate al contenimento del contagio dal virus Covid-19, valide fino al 9 gennaio 2022. Nel dettaglio:

  • La sospensione delle attività svolte all’interno dei centri sociali ricreativi frequentati dagli anziani, in quanto soggetti fragili per età;
  • La sospensione delle attività culturali riferite ai concerti svolte nei luoghi chiusi e/o aperti al pubblico;
  • La Contingentazione degli accessi in luoghi di interesse storico e culturale;
  • La Contingentazione degli accessi per le attività mercatali rionali che potranno svolgersi con il rigoroso rispetto degli ingressi contingentati e con l’uso di mascherine a norma.

Tali misure si sono rese necessarie a causa dell’aumento dei contagi nel territorio ericino ed a seguito di una nota di martedì scorso dell’Asp con cui venivano proposte delle misure finalizzate al contenimento del virus. La sindaca Toscano, preso atto dei suggerimenti, ha richiesto ieri all’Asp una nota di chiarimento che è pervenuta in giornata ed a seguito della quale è stata appunto predisposta l’ordinanza.

«Abbiamo deciso di intraprendere queste misure a tutela della salute pubblica – commenta la sindaca Toscano -. Dopo aver ricevuto la nota dall’Asp con la quale venivano proposte alcune misure per arrestare la crescita dei contagi nel nostro territorio, abbiamo innanzitutto proceduto in maniera cautelare alla sospensione degli eventi di EricèNatale, ma abbiamo immediatamente richiesto alla stessa Azienda Sanitaria Provinciale una nota di chiarimento che fugasse ogni tipo di dubbio interpretativo, al fine di proporre regole il più possibile adeguate al momento che stiamo attraversando. Già oggi l’Asp ci ha risposto chiarendo punto per punto ogni dubbio, pertanto abbiamo provveduto ad emanare un’ordinanza sindacale con le nuove misure di prevenzione, con la certezza che saranno rispettate da tutti con senso di responsabilità. Ricordo a tutti che saranno proprio il senso di responsabilità nei confronti delle disposizioni emanate su più livelli (nazionale, regionale, locale) tra cui uso della mascherina, distanziamento sociale e divieto di assembramento, e le vaccinazioni (coi successivi richiami), le vere armi per riappropriarci prima possibile delle nostre vite».