×
 
 
17/01/2022 09:12:00

La multa ai no vax? Si paga in autunno ... Ecco perchè 

 La multa ai no vax che rifiutano di vaccinarsi? Non solo è appena cento euro, ma con un po' di astuzia si paga in autunno, e forse anche più in là.  Lo rivela il Sole 24 Ore di oggi.

Il conto - spiega il quotidiano economico -  è per difetto, perché i tempi sono calcolati immaginando che il non vaccinato “renitente” sia scoperto già il 1° febbraio e sul presupposto che il puzzle di competenze incrociate funzioni a puntino e immediatamente.

Insomma, dal 1° Febbraio scatta la multa per chi ha più di 50 anni e non è vaccinato. La sanzione la farà l'Agenzia delle Entrate, su indicazione del Ministero della Salute. Prima ci sarà un avvertimento di dieci giorni per mettersi in regola. Il no vax avrà dieci giorni per vaccinarsi o per dimostrare i motivi validi per cui non può farlo. La palla passa all'Azienda sanitaria locale, che se valuta inidonee le giustificazioni ripassa la palla al Ministero e all'Agenzia delle Entrate, che, entro 180 giorni, notificherà la multa via pec o raccomandata. Chi la riceve avrà 30 giorni per fare ricorso (davanti al giudice di pace, costa 43 euro e non c'è bisogno dell'avvocato) o 60 giorni per pagare. 

Ed ecco che si arriva in autunno. Anche perchè il Sole calcole l'ipotesi, impossibile, che tutti gli avvisi vengano mandati il 1° Febbraio. 

Infine, due cose: anche se uno si vaccina dopo che riceva la sanzione, la deve pagare lo stesso. E, tra i motivi di ricorso, non si può invocare la privacy, poiché la possibilità della comunicazione dei dati dei non vaccinati è stata introdotta proprio dal decreto legge.