Quantcast
×
 
 
24/09/2023 08:05:00

Favignana, ecco perchè ritardano i lavori alla scuola "Rallo"

 Il deputato regionale di destra, Nicola Catania, attacca il Sindaco di Favignana, Forgione, sui  mancati interventi di manutenzione presso l’Istituto “Antonino Rallo” di Favignana.

Il dirigente scolastico è stato costretto a trasferire 4 classi elementari nel plesso delle media di via Libertà, perché parte del tetto presenta alcune crepe che causano infiltrazioni d’acqua.

«Da mesi il dirigente scolastico informa il sindaco Francesco Forgione della situazione strutturale dell’istituto – dice Catania – ma nessuno ha mai risposto alle PEC del preside. Ho saputo, altresì, che sono stati effettuati alcuni sopralluoghi tecnici presso l’istituto ma nessuno, ad oggi, è intervenuto. Così il dirigente scolastico, per ragioni di sicurezza, è stato costretto a trasferire 4 classi dal plesso di via Dante a quello di via Libertà, causando disagi non indifferenti».

La replica di Forgione: “La nostra Amministrazione è da sempre attenta alle esigenze della scuola e dei nostri studenti. In questi anni non è mai mancata l’interlocuzione con il dirigente dell’Istituto scolastico. Il Comune è intervenuto varie volte, sia sul tetto che ad altri livelli dei diversi plessi sia di Favignana che di Marettimo. Anche questi lavori erano stati programmati per tempo. Avrebbero dovuto essere avviati all’inizio dell’estate. Più volte l’Amministrazione ha sollecitato il dirigente dell’Ufficio tecnico comunale, architetto Marco Scarpinato, ricevendo rassicurazioni sul rispetto dei tempi. Per ragioni che al momento non ci sono note ma che stiamo già chiarendo si è arrivati fino a settembre. Ieri l’architetto Marco Scarpinato ha comunicato le sue dimissioni. La responsabilità dell’ufficio è stata assunta, a interim, dall’ingegnere Busetta. Recupereremo il tempo perduto e avvieremo prima possibile i lavori già programmati che saranno completati in tempi rapidi. Tra l’altro, presso la scuola, sono previsti anche altri interventi attraverso il Piano nazionale di Ripresa e Resilienza”.