Quantcast
×
 
 
18/02/2024 10:32:00

La strage di Altavilla: la madre torturata, la figlia messaggiava con le amiche ...

Scoinvolgenti particolari dall'inchiesta sulla strage di Altavilla Milicia, dove una madre e i suoi due figli sono stati torturati e uccisi in un rito macabro per "scacciare i demoni". La protagonista, una 17enne, ora accusata insieme al padre e ad una coppia.

Secondo quanto riportato dal giudice nell'ordinanza di custodia cautelare, la ragazza ha confessato di aver partecipato attivamente ai riti sotto le indicazioni dei familiari e degli altri coinvolti, convinta che la madre e i fratelli fossero posseduti dal demonio e necessitassero di liberazione.

Nonostante la madre avesse implorato aiuto e fosse stata negata qualsiasi forma di contatto con l'esterno, la 17enne ha mantenuto il cellulare a disposizione, continuando a comunicare con un'amica di scuola anziché chiamare i soccorsi. Anche quando le richieste di aiuto della madre furono ignorate, la ragazza non ha reagito.

Dopo la morte dei familiari e il nascondimento dei loro corpi, la coppia coinvolta sembrava concentrare la loro attenzione sulla ragazza, interrogandola per vedere se fosse a sua volta posseduta dal demone. Spaventata dalle circostanze, la giovane si è chiusa in camera e attese l'arrivo dei carabinieri.

La ricostruzione della vicenda, che emerge dal racconto della 17enne, getta luce su una sequenza di eventi agghiaccianti, in cui la manipolazione psicologica e la convinzione distorta di dover "liberare" i familiari dal demonio hanno portato a tragiche conseguenze.



Native | 2024-05-21 15:48:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Estate, arte e distillati agli Opifici Culturali Bianchi

Al via la stagione estiva e la Distilleria Bianchi, sul lungomare di Marsala, non si fa cogliere impreparata. Dopo il restauro dei Silos, che sono stati riconvertiti, mediante una ristrutturazione edilizia in spazi ricettivi, per ospitare turisti e...