Quantcast
×
 
 
01/03/2024 14:00:00

Siccità e sprechi d'acqua alla Diga Trinità. La CIA chiede soluzioni immediate

Alla Diga Trinità di Castelvetrano si ripropone di nuovo il problema delle paratie aperte e la conseguente perdita dell'acqua che non viene trattenuta dall'invaso (potete leggere qui l'articolo di tp24 ieri). Su quanto sta nuovamente accadendo nell'invaso castelvetranese interviene Camillo Pugliesi, presidente della Cia Sicilia Occidentale, a proposito degli sversamenti di acqua dalla diga Trinità avvenuti nelle ultime ore.

Le parole di Puglisi: “Siamo di fronte ad una scena già vista e che abbiamo portato già lo scorso anno sui tavoli istituzionali per trovare una soluzione che sembrava potersi concretizzare. Purtroppo, invece, dalla diga Trinità di Castelvetrano si continua a sversare acqua che l’invaso non può contenere per problemi di autorizzazioni. È bastata un po’ di pioggia per far innalzare il livello e costringere ad aprire le paratie per far uscire l’acqua in eccesso rispetto ai livelli consentiti. In una annata particolarmente siccitosa, come quella in corso, è un lusso che non ci si può permettere. Avevamo avuto rassicurazioni, lo scorso anno, sul fatto che si sarebbero messe in campo soluzioni per evitare questo scempio che preoccupa, non poco, tutto il comparto agricolo della zona, migliaia di ettari di terreni che dipendono dalla fornitura della diga Trinità. Basta irrigazione di soccorso e acqua a singhiozzo, le imprese hanno bisogno di programmare soprattutto in questo periodo. Crediamo che, a poche settimane dall’avvio della stagione irrigua, sia necessario uno sforzo comune da parte di tutti gli uffici interessati e coinvolti, a Palermo come a Roma, per risolvere le problematicità di questo impianto e non lasciare a secco centinaia di aziende già alle prese con una grave crisi dettata da più fattori e che è sotto gli occhi di tutti proprio in queste settimane”.

 Per la stagione irrigua il comprensorio necessita di una fornitura totale di circa 7 milioni di metri cubi di acqua e, secondo i dati dell’1 febbraio, pubblicati dall’Autorità di bacino del Distretto idrografico della Sicilia, la Trinità ne conteneva 4,37, oltre 800 mila metri cubi in meno rispetto a un anno fa.

 



Agroalimentare | 2024-05-21 13:10:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Domenica 26 maggio Cantine Aperte a Donnafugata

 Come da tradizione, anche quest’anno Donnafugata partecipa a Cantine Aperte, l’evento indetto dal Movimento Turismo del Vino all’insegna del bere bene. Dalle cantine storiche di Marsala, alle tenute di Etna e Vittoria:...