Quantcast
×
 
 
13/04/2024 09:00:00

Nuova Ordinanza per la Sicurezza e il decoro Urbano: azione incisiva del sindaco Massimo Grillo

 CONTENUTO SPONSORIZZATO - Rafforzare la sicurezza e la vivibilità nel territorio comunale di Marsala.
Questo è stato al centro dell’azione Amministrativa del Sindaco Grillo che in questi anni si è battuto affinché aumentassero i controlli sul territorio e può vantare importanti risultati, tra i quali vanno ricordati:
- La maggiore presenza dell'esercito nelle nostre strade, con l'operazione "Strade sicure", che prevede l'impiego sperimentale e temporaneo di un maggior numero di unità militari a supporto delle Forze di polizia, già impegnate sul territorio grazie alla programmazione del Questore di Trapani in servizi di controllo integrati, nelle zone delle città maggiormente interessate dalla movida e per le esigenze legate al fenomeno migratorio.
- l’aumento della video sorveglianza per un investimento complessivo di circa 500 mila euro
- l’impiego di Vigili Stagionali nei periodi e nelle di maggiore afflusso turistico
- la stipula dell’Accordo di Vicinato con la Prefettura, grazie al quale si stanno sperimentando forme innovative di controllo del territorio grazie alla collaborazione di cittadini volontari.
Nella stessa direzione va la nuova ordinanza del Sindaco Grillo per tutelare il decoro urbano e i luoghi di interesse culturale del centro storico. Un’ordinanza che tiene conto dei risultati di un sondaggio sul tema, proposto dall’Amministrazione nelle scorse settimane e che ha visto la stragrante maggioranza dei cittadini sostenere la necessità di ulteriori restrizioni per garantire sicurezza e decoro urbano. (vedere grafici)

Ecco i nuovi divieti e limitazioni sanciti dalla nuova ordinanaza del Sindaco Grillo:
- è vietato l’esercizio in forma itinerante di attività commerciali di vendita e somministrazione su aree pubbliche di qualsiasi genere, anche con impiego di mezzi mobili nelle Vie Garibaldi, Della Gancia, Sant’Antonino, Frazzitta, Fici, XI Maggio, Rapisardi, Vaccari, Anselmi Correale, Cammareri Scurti, Garraffa, D'Anna, Curatolo, Sarzana, Caturca, Salinisti, Diaz e vic. Coccio, nonché nelle Piazze Carmine, S. Gerolamo, Mameli, Della Repubblica (con eccezione per la zona autorizzata) e nello Slargo antistante Porta Nuova;
- Fa eccezione una porzione di area di Piazza della Repubblica, quella ricompresa tra la Chiesa S. Giuseppe e la Via Vaccari (non adiacente a Cattedrale e Palazzo VII Aprile) - al di fuori del sagrato della Chiesa - dove la vendita può avvenire anche mediante strutture mobili decorose. Inoltre, nella suddetta area potrà unicamente svolgersi l’esercizio di alcune attività di commercio tradizionali - vendita di semi, noccioline, zucchero filato, caldarroste ecc., oltre ad altri prodotti tipici del territorio quali spremute, granite, gelati, melograni ecc. - che, stante la loro tipicità, attraggono la collettività e stimolano l’aggregazione sociale rendendo più armonioso il centro storico.
- È comunque esclusa la vendita in forma itinerante di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione sia in tutte le vie citate che nella suddetta porzione di Piazza della Repubblica.
Questi, in sintesi, gli obiettivi della nuova ordinanza a firma del sindaco Massimo Grillo: “L’esigenza, avvertita dalla comunità e condivisa anche attraverso un recente sondaggio, - dice il Sindaco - è quella di mettere sul campo interventi volti a superare situazioni di grave incuria o degrado, sia dell'ambiente che del patrimonio artistico/architettonico. Assicurare la tranquillità e il riposo dei residenti è un dovere istituzionale, anche disciplinando - così come abbiamo fatto in più occasioni - orari di vendita e consumo di bevande alcoliche. È vero che la normativa in materia, di fatto, ha liberalizzato le modalità di svolgimento delle attività commerciali, ma è salvo il rispetto dei vincoli connessi al mantenimento dell’ordine sociale, alla tutela della salute e dei lavoratori, nonché dell'ambiente urbano e dei beni culturali. Con questo provvedimento, pertanto, si bilanciano interessi meritevoli di tutela - da un lato quelli degli operatori commerciali e dei loro utenti, dall'altro l'interesse pubblico di salvaguardare il decoro e il prestigio monumentale del centro storico - nella consapevolezza che la collaborazione di tutti è indispensabile per prevenire ed evitare eventuali conflittualità”.

(Articolo sponsorizzato scritto in collaborazione con il committente, il Comune di Marsala. Per info scrivi a native@bwbmedia.it)



Native | 2024-05-21 15:48:00
https://www.tp24.it/immagini_articoli/24-03-2021/1616566080-0-etna-un-altra-eruzione-fontane-di-lava-e-boati-il-video.jpg

Estate, arte e distillati agli Opifici Culturali Bianchi

Al via la stagione estiva e la Distilleria Bianchi, sul lungomare di Marsala, non si fa cogliere impreparata. Dopo il restauro dei Silos, che sono stati riconvertiti, mediante una ristrutturazione edilizia in spazi ricettivi, per ospitare turisti e...