21/11/2012 23:42:22

Guardia medica e autobus: Tranchida scrive a Crocetta

Due le priorità: la Guardia medica e il ripristino delle corse pomeridiane degli autobus dell’Ast. Per quanto riguarda la questione sanitaria il primo cittadino evidenzia che il precedente governo regionale ha «soppresso il servizio di Guardia medica diurna di Erice vetta, eccezion fatta per i festivi e prefestivi».
Il risultato è che oggi, nel centro storico, «si può morire in "pace" per l’assenza del primo intervento sanitario ».
L’altra questione riguarda i trasporti. «La soppressione del servizio di trasporto pubblico tramite gli autobus dell’Ast, in orari pomeridiani – rileva il sindaco di Erice – danneggia famiglie e lavoratori pubblici e privati che, di fatto, subiscono la già precaria condizione d’isolamento, aggravata dalle avverse condizioni meteo invernali e dall’oggettiva situazione orografico montana, in cui viene relegato il centro storico di Erice».