14/08/2014 00:55:00

Gli atleti della Polisportiva Marsala Doc al Grand Prix di Fulgatore

 Ben diciassette atleti della Polisportiva Marsala Doc hanno partecipato alla quarta prova del Grand Prix provinciale Fidal svoltosi sulle strade di Fulgatore. La gara si è stata effettuata su un percorso di 2.200 metri, ripetuto tre volte per le categorie da SM (fino 34 anni d’età) a SM55 e per due volte per Over 60 e donne. Tra i marsalesi, il più veloce è stato Pietro Paladino, che con il tempo di 25 minuti esatti è stato 13° assoluto e quinto nella categoria di appartenenza (SM40). A seguire, si sono piazzati Giuseppe Mazara (25’ e 09’’), sesto nella SM40, e Giuseppe Genna (25’ e 37’’), primo nella SM45. Hanno, inoltre, tagliato il traguardo anche Giuseppe Lombardo jr. (27’ e 08’’), quinto nella SM35, Pietro Sciacca (29’ e 10’’), Antonio Pizzo (29’ e 16’’), Giuseppe Beltrano (29’ e 21’’), Francesco Petruzzellis, Roberto Angileri e Fabio Cerami. Tra le donne, da segnalare il secondo posto di Giovanna Ornella Ferrante nella SF50 (20’ e 15’’) e il terzo di Matilde Rallo nella SF40 (21’ e 33’’). Buone prove, inoltre, di Lea Pizzo e Laura Tapognani. Tra uomini, invece, Michele Torrente e Mario Pizzo si sono rispettivamente piazzati al sesto e al settimo posto nella SM60, mentre Andrea Greco è stato sesto nella SM70. Doppia impresa, infine, a distanza di sette giorni, prima in Calabria e poi in Sicilia, per uno degli atleti di punta della Polisportiva Marsala Doc: Michele D’Errico, che a Curinga si è laureato Campione italiano M60 nella ‘’6 ore’’, percorrendo 61 chilometri e 507 metri, mentre a Ragusa gli è stato attribuito il premio ‘’Archia di Hibla’’ nella Maratona ‘’alla Filippide’’, una gara unica nel suo genere perché si corre proprio come la corse il messaggero ateniese nel 490 a.C.. E cioè senza cronometro al polso, né segnalazioni sul chilometraggio lungo il percorso. Ogni concorrente conosce il tempo realizzato solo alla fine (partenza a Chiaramonte Gulfi e arrivo a Punta Secca davanti alla casa del ‘’commissario Montalbano’’). Anche stavolta, per D’Errico (19° assoluto) un ottimo tempo: 3 ore, 27 minuti e 29 secondi.